IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liliana Segre ad Albenga, il sindaco replica a Ciangherotti: “Parla senza conoscere lo stato dei fatti”

Nel pomeriggio, il consigliere di minoranza ingauno di Forza Italia aveva detto: “Dal comune ancora nessun iter ufficiale per invitarla”

Albenga. “Come spesso accade il consigliere Ciangherotti parla senza conoscere lo stato dei fatti e con la sola volontà di creare polemiche anche sulle cose positive”. Inizia così la replica del sindaco di Albenga Riccardo Tomatis a Eraldo Ciangherotti, il consigliere di minoranza di Forza Italia che nel pomeriggio aveva attaccato l’amministrazione comunale, rea – a suo dire – di non aver avviato alcun iter per invitare ufficialmente la senatrice Liliana Segre nella città delle torri.

Spiega Tomatis: “Ciangherotti si lancia in accuse senza sapere che ho personalmente parlato con il portavoce del Ministro De Micheli e che la mia segreteria ha proseguito in questa direzione predisponendo la lettera di invito ufficiale cercando preventivamente di valutare la soluzione migliore per  dare la meritata visibilità al riconoscimento conferito alla nostra Città. A differenza del consigliere Ciangherotti, però, non abbiamo bisogno di fare annunci e proclami. Siamo abituati a lavorare ed agire comunicando alla città i risultati senza bisogno di creare confusione solo per avere un titolo sul giornale”.

“Proprio per questo, probabilmente noi amministriamo e lui, all’opposizione, fa polemiche sterili che, non solo non fanno bene ad Albenga, ma la danneggiano – continua il primo cittadino ingauno -. Stia pur tranquillo il consigliere di minoranza Eraldo Ciangherotti che comunicheremo data e programma per la cerimonia di consegna ufficiale della medaglia d’oro. Voglio ribadire, inoltre, che Albenga ha ottenuto la medaglia al merito civile con il sacrificio di vite umane e con gli atti coraggiosi di tante persone ed è proprio questo che dovrebbe essere ricordato e ribadito non solo il nome di colui che ce la consegnerà e che sicuramente darà ancor più risalto alla cerimonia, il cui focus, però, deve essere e rimanere Albenga ed i suoi cittadini”.

“Spero che questa medaglia possa servire a far riflettere su quante sofferenze sono state patite per consentirci di vivere in una nazione più libera e più giusta, anche se fino ad ora qualcuno ha cercato di strumentalizzarla a fini politici” conclude Tomatis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.