IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’associazione “Carp Fishing Italia” di Osiglia premiata per la salvaguardia del lago e del territorio

Il riconoscimento in occasione della fiera Carpitaly, tenutasi presso la Fiera Millenaria di Gonzaga (FE)

Più informazioni su

Osiglia. “Oggi in occasione della oramai famosissima, per tutti gli amanti della tecnica catch and release, fiera Carpitaly, tenutasi presso la Fiera Millenaria di Gonzaga (FE) siamo orgogliosi di comunicare il conferimento alla nostra Sede 257 “CFI Osiglia” del riconoscimento per il lavoro di valorizzazione del lago medesimo”

A comunicarlo, in una nota, è il direttivo della sede “Carp Fishing Italia” di Osiglia: “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al successo delle nostre iniziative ed alle dure lotte portate avanti in questi 5 anni dalla nostra costituzione. Nello specifico vogliamo ringraziare l’onorevole Stefano Mai che senza risparmiarsi e con la sua costante presenza e appoggio ha permesso che la lotta al bracconaggio e la tutela del territorio divenisse una realtà consolidata. Con lui vogliamo ringraziare il Sindaco di Osiglia Paola Scarzella che con il suo impegno ed il suo spirito innovativo ha sempre più permesso che questa tecnica, volta alla tutela dell’ambiente e del pescato si radicasse sul territorio”.

Continuano dal direttivo: “Vogliamo inoltre ringraziare IVG per lo spazio che ha dedicato sul suo sito per la visibilità ai nostri eventi e soprattutto ai successi ottenuti nella lotta al bracconaggio ed all’illegalità. Vogliamo ringraziare tutti i nostri iscritti che con la loro presenza, il loro coraggio ed il loro sudore hanno reso possibile la salvaguardia e la valorizzazione di un lago”.

“Non in ultimo vogliamo ringraziare Agostino Zurma e tutto il direttivo di CFI Italia per il supporto in questi anni ed il riconoscimento ricevuto come vogliamo ringraziare F.I.P.S.A.S. quale associazione e nella persona del Sig. Paolo Ghisu che hanno contribuito al capillare controllo del territorio, insieme ad essi il WWF. Ora non ci resta che guardare al futuro ed a nuovi traguardi che possano essere nuovi successi per il lago di Osiglia, per l’omonimo paese e perché quanto di buono fatto, con il supporto di tutti possa estendersi su altre acque bisognose di tutela” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.