IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La sicurezza stradale per i giovani delle scuole: inizia la “seconda parte” del Trofeo Laigueglia

Lunedì 17 febbraio era presente in paese Marco Scarponi, fratello di Michele Scarponi, ciclista professionista rimasto vittima di un incidente stradale

Laigueglia. La città di Laigueglia non si ferma all’emozionante vittoria di Giulio Ciccone, domenica 16 febbraio, sul traguardo dell’omonimo Trofeo. L’amore per il ciclismo vive qui, in primis, grazie alla consapevolezza del necessario rispetto di cui devono godere gli utenti deboli della strada, tanto i professionisti durante i loro allenamenti quanto gli amatori e i ciclisti urbani nelle loro pedalate.

“Per questo l’amministrazione comunale – afferma il sindaco Roberto Sasso del Verme – da sempre in prima linea sul tema sicurezza stradale, ha fortemente voluto oltre il Pullman Azzurro con tutte le sue attività anche la presenza in riviera, lunedì 17 febbraio, di Marco Scarponi, fratello di Michele Scarponi, ciclista professionista rimasto vittima di un incidente stradale il 22 aprile 2017, in rappresentazione della Fondazione Michele Scarponi.”

L’idea è chiara: il senso civico impone di lanciare un forte messaggio contro quella che è divenuta vera e propria violenza stradale, per risvegliare le coscienze e educare al rispetto sulle nostre strade. Un’idea che affonda forti radici nel dolore passato nutrendosi di una speranza di bellezza futura. Il trait d’Union tra queste due dimensioni temporali sono da sempre i più giovani: bambini e ragazzi.

Così Marco Scarponi ha incontrato su un lungomare di Laigueglia per l’occasione arricchito con giochi e ampie possibilità di svago, alla presenza della polizia, del pullman azzurro e delle autorità, ben 248 tra bambini e ragazzi provenienti dalle scuole elementari e medie di Stellanello, Andora, Casanova, Arnasco e Ortovero. Le scolaresche, accompagnate dagli insegnanti, hanno, a turno, avuto modo di confrontarsi con Marco Scarponi sul tema, iniziando a familiarizzare con le regole da porre alla base della convivenza sulla strada, grazie anche alla proiezione di alcuni stralci del documentario “Gambe” realizzato dalla Fondazione Michele Scarponi.

“Oggi sono qui con voi e sono contentissimo di esserlo – spiega Marco – Avrei voluto conoscervi tutti e stringere la mano a ciascuno di voi da sempre. Mi piacciono i bambini e i ragazzi. Il problema è il motivo per cui sono qui: io oggi sono qui perché mio fratello non c’è più. Sarebbe stato bello conoscersi in un’altra occasione”.

Continua Scarponi: “Il dolore che scaturisce da queste situazioni è immenso. Così ci si chiede cosa fare. Cosa fare con questo dolore? Io e la mia famiglia abbiamo pensato che a questo dolore sarebbe stato giusto dare un senso. Difficile, molto difficile. La Fondazione Michele Scarponi prova a fare questo. Perché in futuro ciò che è accaduto a Michele non accada più. L’Italia ha molta strada da fare su questo punto ma crediamo sia possibile percorrerla assieme. Voi siete la più grande possibilità per fare in modo che il nostro futuro sia diverso”.

Abbracci con i bambini, complimenti delle insegnanti e la consegna ufficiale del cartello “Dammi un metro e mezzo di vita” realizzato proprio dalle mani degli alunni. Infine una promessa: rivedersi il più presto possibile perché quella realtà di bellezza si avvicini sempre più.

Conclude l’assessore alle scuole Fulvio Ricci: “Oltre alle attività della Polizia della Fondazione Scarponi i ragazzi del comprensorio hanno avuto la possibilità di misurarsi con la palestra di arrampicata sotto il controllo delle guide del Cai di Albenga e mettere alla prova la propria abilità in bicicletta con due maestri di eccezione come il commissario tecnico della nazionale di Mtb Mirko Celestino e l’ex professionista Cristiano Salerno coadiuvati dalle guide dell’accademia di mtb. Tutta la manifestazione ha avuto il supporto ed il coordinamento della ASD Laigueglia Experience; neonata associazione che si occupa delle attività outdoor di tutto il comprensorio. Aver raccolto una buona parte dei giovani del comprensorio intorno ai due temi come quelli della sicurezza e dello sport è sicuramente uno dei principali obiettivi che ci siamo posti con questa Amministrazione e Laigueglia Experience ci è vicina e ci supporta in questo non facile compito. Il Trofeo Laigueglia è la punta dell’iceberg di un mondo che si sviluppa nell’ampio territorio delle Alpi Liguri e che vede fiore le attività di MTB, e-bike, parapendio, Marcia Acquatica, Hiking e molte altre attività legate al benessere ed alla salute delle persone.”

È proprio il caso di dirlo: Laigueglia riparte da qui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.