IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco di Albisola “boccia” il filobus, Caprioglio: “Occasione persa”. Pd: “Scelta incomprensibile”

La decisione di Garbarini di non partecipare al bando ha scatenato le reazioni del sindaco di Savona e del Pd albisolese

Savona. Il sindaco di Albisola Superiore, Maurizio Garbarini, “boccia” sul nascere il progetto del filobus che, nelle intenzioni delle amministrazioni confinanti, dovrebbe (a questo punto il condizionale è d’obbligo) collegare tutte le località tra Albisola e Vado Ligure. Decisivo il fatto che, secondo la prima bozza, i mezzi siano destinati a circolare sulla normale sede stradale, l’Aurelia, e non su un percorso dedicato: un fattore che, ha spiegato Garbarini, renderebbe i mezzi “prigionieri” del traffico esattamente come le auto.

Il passo indietro di Garbarini, a pochi giorni dall’incontro in Comune a Savona sul tema del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile), ha indispettito sia il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio che il gruppo del Pd albisolese.

“Leggo con rammarico sui giornali le perplessità del sindaco Garbarini in merito al progetto condiviso fra i Comuni per la creazione di una linea filoviaria con mezzi elettrici e, quindi, meno inquinanti – scrive Caprioglio – Rammarico dettato dal non avere avuto prima un confronto diretto con il sindaco di Albisola Superiore al fine di spiegargli come sussista una visione di insieme dell’intero comprensorio da parte dell’Università di Genova e di Tpl, di come l’amministrazione di Savona si stia battendo anche ai tavoli ministeriali per quelle opere necessarie al nostro territorio come l’Aurelia bis o il raddoppio ferroviario”.

“È un peccato che Albisola Superiore perda questa occasione – sostiene il sindaco di Savona – si sarebbe trattato di un ottimo punto di partenza per tutti, soprattutto dopo che anche il sindaco Giuliano ha espresso, e di questo la ringrazio, la volontà di far parte del progetto. Un punto di partenza utile anche al territorio albisolese e alle loro criticità che l’amministrazione di Savona ha ben presenti e verso le quali ha manifestato disponibilità nel mitigare come quando ho sostenuto il sindaco Orsi prima e il sindaco Garbarini poi nell’ordinanza di chiusura ai camion del casello autostradale di Albisola Superiore. Un peccato davvero, auspichiamo un incontro e un ripensamento, confidando non si tratti di una decisione dettata più da ragioni politiche che da volontà concrete di fare qualcosa al fine di migliorare la mobilità sul nostro territorio”.

Contrarietà arriva anche dal Pd di Albisola: “Quanto emerge dai giornali é un quadro davvero deprimente per la nostra città – accusano i dem – La scelta dell’amministrazione di non partecipare al bando per la mobilità urbana insieme agli altri comuni del comprensorio é una scelta che dimostra ulteriormente la mancanza di una vera visione per il futuro di Albisola Superiore. Già la scorsa amministrazione aveva dimostrato uno scarso interesse per i bandi europei volti ad una mobilità sostenibile, che avrebbero avuto come conseguenza anche un rilancio del territorio dal punto di vista turistico e economico”.

“Come Partito Democratico non possiamo che dissociarci da una simile scelta – sostengono – seppur consapevoli che questa proposta sia approssimativa e che richieda ancora molto lavoro, rimane incomprensibile come l’amministrazione albisolese rifiuti un confronto costruttivo con le altre amministrazioni su un tema così importante come quello della viabilità sostenibile dato che il dialogo tra le varie amministrazioni è l’unica soluzione possibile per risolvere problemi di viabilità del nostro comune. Tirarsi indietro da questo genere di progetti non solo condanna Albisola Superiore all’immobilismo ed alla stagnazione, ma pregiudica anche la realizzazione di progetti futuri, anche maggiormente incisivi, riguardanti il nostro comune”.

“Quindi non possiamo che criticare questa scelta, tuttavia invitando l’amministrazione a rivedere le sue posizioni. Non solamente perché, ormai da anni, siamo a favore di un piano per la mobilità sostenibile da realizzare urgentemente, ma soprattutto perché siamo certi che un PUMS coordinato con il resto dei comuni nostri vicini sia l’unica soluzione a lungo termine per il problema del traffico che da ormai troppo tempo affligge la nostra città” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.