IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, il Sindacato Infermieri: “Popolazione non ceda a panico. No a sovraffollamento ospedali”

“Vicinanza a tutti i colleghi e un messaggio a Regione: garantisca sicurezza ai lavoratori”

Regione. Coronavirus in Liguria, interviene Il Nursing  Up, Sindacato degli Infermieri e delle Professioni Sanitarie, che ha voluto esprimere la sua solidarietà a tutti gli infermieri e al personale sanitario impegnato a fronteggiare l’emergenza, ma non solo.

Ci sono anche messaggi rivolti alla cittadinanza, alla quale viene chiesto di “non farsi prendere dal panico” e alla Regione Liguria “affinché tuteli la sicurezza dei lavoratori”.

“Il Nursing  Up, Sindacato degli Infermieri e delle Professioni Sanitarie, – hanno affermato attraverso una nota, – esprime la sua vicinanza a tutti i colleghi infermieri e professionisti della salute che in queste ore, con grandissima abnegazione e grande professionalità, stanno affrontando in tutta la Liguria questa situazione, mettendo in campo tutte le loro capacità anche a rischio della loro salute, al servizio della comunità e dei pazienti”.

“Chiediamo nel contempo alla Regione, di garantire al personale sanitario tutte le tutele previste dalla Legge, di informarlo adeguatamente  e di vigilare sulla corretta e tempestiva applicazione dei protocolli messi a punto dal Ministero sulle misure di alto contenimento e sulla loro sicurezza”.

“Invitiamo poi la popolazione a non cedere al panico, a non sovraffollare i Pronto Soccorso, ma ad affidarsi alle procedure previste per questi casi, unica ed efficace strategia per circoscrivere l’emergenza”.

Enrico Boccone, Segretario Regionale della Liguria del Nursing Up, ha aggiunto, rivolgendosi direttamente alla Regione: “Garantisca la sicurezza dei lavoratori in tutti gli aspetti connessi con il lavoro, inclusi i rischi riguardanti i gruppi di lavoro esposti a particolari situazioni”.

“Riceviamo infatti segnalazioni relative ad una preoccupante scarsità di materiali ed attrezzature (i cosiddetti Dispositivi di Protezione Individuale), per proteggere gli operatori: chiediamo alla Regione di intervenire efficacemente anche su questa problematica. Tutelare chi aiuta i pazienti ed è sempre in prima linea, è il primo passo per rendere efficace il piano di intervento ed arginare il contagio da Coronavirus”.

“I colleghi infermieri, come sempre, sono pronti per questa difficile prova, a loro va tutta la mia vicinanza per le difficoltà soltanto immaginabili che vanno ad affrontare. In queste ore deve avere la meglio la serietà e la concretezza, senza allarmismo e senza panico”, ha concluso Boccone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.