IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, cittadino ligure di ritorno da una crociera in Cambogia ora in isolamento foto

A bordo una donna di 83 anni risultava contagiata

Più informazioni su

Liguria. Un cittadino che vive in Liguria, a Sanremo, è tra gli italiani sbarcati dalla nave da crociera in Cambogia. Si apprende da Alisa, l’Agenzia ligure per la sanità. L’uomo si è sottoposto a “isolamento fiduciario volontario al domicilio” – si legge nella nota – e sarà sottoposto alle misure di sorveglianza sanitaria previste dal protocollo implementato da RegioneLiguria”.

La nave da crociera sulla quale il sanremese si trovava a bordo è la Westerdam. Ci sono altri quattro italiani, sbarcati senza fare il test, nonostante a bordo una donna di 83 anni risultasse contagiata. Sono in stato di isolamento e comunque non risultano al momento colpiti dal virus.

Per quanto riguarda l’altra nave su cui sono stati trovati casi di coronavirus, la Diamond Princess, ormeggiata in Giappone, un cittadino italiano è risultato positivo al test del Coronavirus. Lo ha confermato la Protezione Civile. A bordo anche un marittimo residente nel Tigullio. 

A margine dell’incontro della task force ligure, riunita ieri, lunedì 17 febbraio, è stata ribadita l’applicazione di una misura di sorveglianza potenziata nei confronti di tutti i cittadini, di qualsiasi nazionalità, che rientrano dalle zone a elevata circolazione del virus SARS-CoV-2 (precedentemente denominato 2019-nCoV).

Nello specifico, vengono applicate le stesse misure previste dalla circolare ministeriale che ha definito le indicazioni per la gestione nel settore scolastico degli studenti di ritorno dalle città a rischio della Cina, ovvero: facilitazione dell’isolamento fiduciario volontario, intervento di educazione sanitaria per la prevenzione della trasmissione del SARS-CoV-2 da parte della SC Igiene della Asl di residenza, sorveglianza attiva da parte della SC Igiene della Asl di residenza per il rilevamento precoce della comparsa dei sintomi respiratori, febbre ecc.

“Domani, mercoledì 19 febbraio, in Commissione salute, ho chiesto e ottenuto l’inserimento di un punto all’ordine del giorno per condividere con i colleghi proposte operative migliorative, alla luce della nostra esperienza – sottolinea Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria – senza dimenticare l’importanza di mettere in atto efficaci attività di formazione dedicate ai professionisti sanitari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.