IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Colle di Cadibona, il sindaco di Quiliano chiede l’attivazione di un “osservatorio sulla viabilità”

Per far fronte “all’attraversamento dell’abitato della frazione di Cadibona” da parte di mezzi pesanti

Quiliano. L’attivazione, in accordo con la Prefettura di Savona, di un “osservatorio sulla viabilità” che permetta una valutazione puntuale della situazione, anche per poter trovare soluzioni definitive sulle problematiche che affliggono la viabilità della strada provinciale del Colle di Cadibona. E’ questa la richiesta che il sindaco di Quiliano, Nicola Isetta, ha rivolto al presidente della Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri, per far fronte “all’attraversamento dell’abitato della frazione di Cadibona” da parte di mezzi pesanti.

“Col passare degli anni – ricorda il sindaco – su questo tratto di strada si è riscontrato un importante incremento di traffico dovuto al passaggio di autoarticolati, di notevoli dimensioni, che dal porto veicolano le merci lungo questa direttrice, diretti verso la Valle Bormida nonché il basso Piemonte, in alternativa all’autostrada Torino-Savona. Questa situazione si è notevolmente aggravata a seguito dell’interruzione della linea funiviaria, che dal porto di Savona trasportava carbone e minerali sfusi verso i depositi di Cairo Montenotte, incrementando, durante l’arrivo delle navi, notevolmente il numero di mezzi pesanti lungo questa tratta”.

Inoltre,il sindaco di Quiliano ha chiesto alla Provincia di Savona “la collaborazione funzionale alla realizzazione d’interventi sull’organizzazione della viabilità e sulla realizzazione di ulteriori marciapiedi lungo il tratto che interessa Cadibona. Attualmente nell’abitato di Cadibona sono ancora aperte alcune rilevanti criticità collegate con la strada provinciale 29 e in particolare si evidenziano in particolare due punti critici: quello nella strettoia di fronte alla chiesa di Cadibona, in quanto all’incrocio di due autoarticolati, il passaggio diventa problematico; l’assenza di un marciapiede nella parte superiore dell’abitato verso Altare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.