IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcarese, mister Chiarlone: “Con l’uomo in meno la squadra ha dimostrato il suo coraggio” risultati

L'allenatore biancorosso parla al termine della partita pareggiata con il Millesimo

Carcare. Tra Olimpia Carcarese e Millesimo, così com’era accaduto all’andata, è finita in parità. Questa volta, però, a reti inviolate.

U

Considerato che al 70° i biancorossi sono rimasti in dieci per un’espulsione, per loro si può parlare di un punto guadagnato. Mister Loris Chiarlone la vede così: “È stata una partita maschia, combattutissima, palla su palla, non si sapeva mai se la pigliavamo noi o la pigliavano loro. Complimenti anche al Millesimo, sicuramente, perché ha interpretato la partita nel modo corretto, ha provato a metterci in difficoltà e a tratti c’è anche riuscito. Quello che di buono mi porto via è sicuramente il coraggio che abbiamo dimostrato con un uomo in meno, perché non ci siamo praticamente difesi, anzi abbiamo provato a fargli male in qualsiasi modo. Alla fine, forse, è un punto buono per come si è messa la partita. Non nego che sono molto innervosito dai cartellini rossi”.

Una partita con poche occasioni da rete ma tutt’altro che noiosa, dai ritmi alti. “È stata una partita giocata sull’agonismo più totale – ribadisce l’allenatore -; penso che le squadre non si siano mai risparmiate. Faccio anche i complimenti a chi è subentrato dei miei perché in un momento di difficoltà ci ha dato una grossa mano, ci ha dato respiro; in dieci c’era da correre il doppio tutti e nonostante i minuti passassero ho visto che la squadra ha reagito bene. Forse anche il cuore e i tifosi che ci hanno accompagnato ci hanno dato una grossa mano fino alla fine”.

L’Olimpia Carcarese è scesa al settimo posto in classifica. “Sicuramente è bello giocare un campionato così, perché partita dopo partita non sai mai quello che può capitare – spiega Chiarlone -. Ne vinci due sei lassù, ne perdi due sei fuori dai playoff e quelle dietro cominciano a far punti perché sentono che la classifica è brutta. Quindi la classifica è sempre più corta; noi dobbiamo solo ragionare partita per partita cercando di risolvere e di correggere il più possibile i nostri limiti che ovviamente ci sono perché siamo dilettanti, non certo professionisti. Però, partita dopo partita, noi cerchiamo di regalare più gioie possibili alla gente che ci vuole bene”.

La settimana prossima ci sarà un altro derby, con l’Altarese. “Sarà una partita ancora durissima, andiamo su un campo dove per ora nessuno ha ancora vinto contro un’altra squadra maschia, che non mollerà di un centimetro e anzi, forse a livello di storia è sicuramente il derby più sentito e quindi ci saranno fuoco e fiamme dal primo all’ultimo minuto, sperando di non finire in dieci come nostro solito” conclude il tecnico carcarese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.