IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bolletta semestrale anziché trimestrale, il sindaco di Andora contro Rivieracqua

"Cittadini in difficoltà per le cifre e il computo dei consumi"

Andora. “Gli andoresi hanno atteso sei mesi la bolletta dell’acqua. Hanno ricevuto cifre da pagare da capogiro, calcolate anche con letture presunte e con poca chiarezza sui computi dei consumi sui sei mesi. Con Rivieracqua sembra non esserci mai fine al peggio. È davvero singolare che una società pubblica, in crisi conclamata, attenda così a lungo per fatturare i consumi e incassare. A tutto discapito dei cittadini che vengono messi in difficoltà dalle cifre alte richieste e in danno ai servizi di manutenzione ordinaria che patiscono per la scarsa liquidità in cassa”. La denuncia arriva dal sindaco di Andora, Mauro Demichelis, all’indomani dell’arrivo delle bollette nelle case dei concittadini che non hanno gradito la tempistica e gli importi.

“Il malumore è comprensibile e qualsiasi azione i cittadini vorranno intraprendere mi troveranno al loro fianco – prosegue Demichelis – Personalmente ho già inviato una nota di protesta a Rivieracqua per sollecitare anche l’inizio delle manutenzioni ordinarie sulla fognatura. L’avevo già fatto a chiari toni nell’ultima Assemblea dei sindaci e sulla mia scrivania c’è un plico enorme di lettere, contestazioni e pec inviate in questi anni per richiamare costantemente Rivieracqua ai suoi doveri. Dico solo, chiudano pure i bilanci, ma aprano anche i tombini per le manutenzioni e controllino la qualità dell’acqua che vendono a così caro prezzo”.

“Questa è una località turistica. Se, a causa del ritardo con cui ha emesso le bollette e per la conseguente scarsezza di liquidità, Rivieracqua non riuscirà a realizzare l’ordinario, dovremo prendere in mano noi la situazione: tuteleremo i legittimi interessi economici e di salute pubblica dei cittadini, così come prevede la legge. Andora non ha mai fatto mancare fondi a Rivieracqua che sta invece riducendo il personale tecnico che è quello di cui i comuni hanno bisogno e che ha dimostrato maggiore competenza in questi anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.