IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuola a rischio ad Osiglia, sindaco durissimo: “Responsabilità delle famiglie”

Si cercano due alunni in più per salvarla: "I bambini ci sono ma i genitori preferiscono mandarli a Millesimo e perdere il servizio in paese"

Più informazioni su

Osiglia. Scuola a rischio di chiusura ad Osiglia se, entro il 31 gennaio, non arriveranno almeno altre due preiscrizioni per l’anno 2020/2021.

L’attività didattica nel plesso della primaria del piccolo Comune valbormidese, che fa parte dell’Istituto comprensivo “Luzzati” di Millesimo, frequentato attualmente da nove alunni, di cui tre dell’ultima classe e quindi da settembre iscritti alle medie, potrebbe avere i giorni contati. Servono infatti almeno otto bambini per garantire la continuità nel prossimo anno scolastico, quello più difficile, perché da quello successivo ci sarebbero già numeri più confortanti.

Una situazione difficile che scatena le ire del sindaco Paola Scarzella contro i suoi stessi concittadini: “Sono davvero arrabbiata e avvilita per il menefreghismo delle famiglie di Osiglia, che preferiscono iscrivere i figli a Millesimo senza riflettere sul danno che queste scelte portano al paese. L’amministrazione comunale ha fatto di tutto per poter mantenere il servizio: insieme al Consorzio dei funghi abbiamo garantito un’insegnante madre lingua, un corso di dialetto, nonché dotato il plesso di Lim e attrezzature multimediali. Ad Osiglia abbiamo segnali di ripresa e ci sono persone da fuori disposte ad investire qui, ma gli autoctoni osigliesi, invece, preferiscono altro senza pensare che, se una scuola chiude, non la si riaprirà più, come già accaduto in paesi limitrofi”.

“Ci sono ancora pochi giorni e poi il destino sarà scritto – conclude il primo cittadino – Mi auguro che prevalga il buonsenso e che arrivino queste due iscrizioni, anche da altri Comuni, per poter salvare una situazione difficile. Se la scuola chiuderà la responsabilità sarà solo esclusivamente delle famiglie“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.