IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, incontro “multietnico” in Duomo per i bambini della scuola primaria fotogallery

L'evento è slittato ad oggi a causa dell'allerta meteo del 20 dicembre

Savona. Era stata programmata venerdì 20 dicembre alle ore 10 in Duomo a Savona l’inaugurazione del presepe multietnico, un’iniziativa all’interno del progetto educativo didattico interculturale “Francesco e Kamil” dell’Istituto Comprensivo Savona 2 “Sandro Pertini”, dirigente scolastico Vincenzo Tedesco. Tuttavia, a causa dell’allerta meteo, tale inaugurazione non è avvenuta e la sua presentazione è stata posticipata ad oggi.

Presepe multietnico Savona

Il progetto è nato, in particolare, nella scuola primaria “C. Colombo” ma è stato esteso a tutte le scuole di Savona e provincia e non solo.

“Francesco e Kamil” prende il nome dallo storico incontro, all’insegna del rispetto reciproco, tra Francesco d’Assisi e il sultano d’Egitto Al Malik Al Kamil all’epoca della quarta crociata, incontro che rappresenta il primo tentativo di dialogo interreligioso. Un incontro avvenuto esattamente 800 anni fa: e per festeggiare la ricorrenza, celebrata anche ad Assisi, due bambini interpreteranno brevemente proprio San Francesco e il sultano.

Gli elementi del Presepe Multietnico, in pasta di sale, sono stati creati dagli alunni di tutte le fedi, a scuola, con la collaborazione delle famiglie e insieme ai nonni delle RP e RSA del Santuario (che hanno letto una commovente letterina) e di Marino Bagnasco, , mentre la base di appoggio è stata costruita direttamente in Cattedrale dagli insegnanti e dagli studenti della Scuola Secondaria di Secondo Grado “Mazzini – Da Vinci”. Elettricisti e meccanici hanno elaborato l’effetto luci, mentre l’ambiente, completamente naturale, richiama il paesaggio savonese tra colline e mare, riconoscibile dalle Torri del Brandale, riprodotte dalla scuola primaria Colombo.

In un ambiente tradizionale di muschio, cortecce e sassolini, gli studenti del Mazzini hanno posto un grande ponte di ferro, a ricordo del ponte Morandi ma anche in contrapposizione al Muro di Berlino o a qualsiasi altro muro che crei divisione. In alto, delle splendide interpretazioni artistiche del dialogo, raffigurate su una sorta di mattoni. Nel mare, punteggiato dalle tante barchette fatte con i gusci di noci con le bandierine dei Paesi di tutto il mondo, arriva da lontano una barca realizzata dagli studenti adulti del CPIA.

La presentazione del presepe è avvenuta questa mattina alle 10, quando la Cattedrale di Savona ha spalancato le porte ad un abbraccio di pace: studenti di fedi differenti, attraverso la lettura del messaggio delle bambine cristiane e musulmane della Scuola di Saint Joseph di Betlemme (gemellata con le scuole di Savona) si scambieranno i saluti alla presenza del Vescovo Calogero Marino e degli esponenti delle varie fedi (tradizionalmente partecipano rappresentanti della chiesa ortodossa rumena, di quella evangelica e della comunità ebraica ligure, il presidente della comunità islamica ligure Zahoor Ahmad Zargar, la monanca Hamsananda per l’Unione italiana induisti, il rappresentante della religione ebraica Amnon Cohen e alcuni delegati buddisti).

Le insegnanti responsabili e coordinatrici del progetto sono Francesca Ottonelli, delle primarie “Colombo” e Beatrice Conni della scuola primaria “N.S. della Neve”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.