IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Costa Crociere presenta la tecnologia LNG: “Abbatte significativamente emissioni in atmosfera” foto

Sulla Fortezza del Priamar, in scena il convegno “L’uso dell'LNG nei Porti, tra innovazione e responsabilità”

Savona. Non poteva che essere la Città della Torretta il “teatro” dell’incontro pubblico sul tema “L’uso dell’LNG nei Porti, tra innovazione e responsabilità”, andato in scena questa mattina presso la Sala della Sibilla sulla Fortezza del Priamar.

Incontro Costa LNG Savona

Proprio a Savona, infatti, è avvenuto il “battesimo” di Costa Smeralda, ammiraglia della compagnia completamente alimentata a Lng, e presto sarà il turno di Costa Toscana, nuova ammiraglia alimentata a Lng, che avrà il capoluogo savonese come home port.

“Possiamo essere estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti sino ad ora. – ha dichiarato il direttore generale Costa Crociere Neil Palomba. – Si tratta di un progetto che abbiamo voluto fortemente nel 2015, quando abbiamo ordinato queste navi e oggi siamo estremamente soddisfatti dei risultati. La nave (Smeralda) gira con utilizzo del Lng al 100 per cento, abbattendo così significativamente le emissioni in atmosfera e seguendo un po’ quella che è la nostra strada sul percorso della sostenibilità che abbiamo disegnato”.

“I numeri delle crociere sono in continua crescita in Italia, in Europa e nel Mondo e sottolineano la forza del ‘prodotto crociera’ rispetto ad altri tipi di vacanza. Noi vogliamo crescere continuamente e valorizzare il nostro prodotto, sottolineando anche il nostro impegno dal punto di vista ambientale e della sostenibilità. Un elemento, quest’ultimo, che sempre di più costituisce anche un motivo di scelta della crociera da parte dei nostri ospiti”.

Franco Porcellacchia, vice presidente di Costa Crociere nell’ambito della sostenibilità, ha aggiunto: “Il primo gennaio 2020 è entrata in vigore una norma internazionale che impone l’utilizzo di combustibili a bassissimo tenore di zolfo. Tutti gli armatori si sono attrezzati o si stanno attrezzando e Costa Crociere Carnival è ovviamente tra questi. In realtà noi abbiamo iniziato l’adeguamento delle navi già cinque anni fa. Uno dei progetti più importanti è stato quello di dotarle (in una certa misura) di scrubber, impianti che consentono il lavaggio dei fumi e quindi la riduzione degli inquinanti. Ciò permette di abbattere l’impatto ambientale”.

“Oltre a ciò, come gruppo Carnival in questo momento abbiamo in esercizio un paio di navi (ne seguiranno altre sette e poi altre due) i cui motori sono alimentati da gas naturale liquefatto, cioè Lng. Anche questo è un investimento molto importante perché Lng oggi è certamente il combustibile con il minore impatto ambientale. E’ di gran lunga quello più conforme alle norme, ma soprattutto è ampiamente al di sotto dei limiti di legge in termini di emissioni”.

Scrubber, Lng ma non solo: “Stiamo sperimentando nuove tecnologie da applicare e utilizzare sulle nostre navi nei prossimi anni. Una di queste è basata sull’utilizzo di batterie in grado di fornire alle navi un’energia diversa da quella che arriva dai motori principali; questa può essere utilizza, ad esempio, durante la manovra, quando la nave entra in porto o quando sta navigando in una zona in cui c’è una sensibilità ambientale maggiore. Un’altra tecnolgia si basa sull’uso dei combustili alternativi disponibili oggi: ad esempio, stiamo sperimentando la produzione di energia basata su fuel-cell ad idrogeno. Al momento siamo ancora al livello di test, ma confidiamo che questa possa essere la tecnologia del futuro, in grado di abbattere in modo sostanziale le emissini di CO2”.

Questo l’intervento del primo cittadino di Savona, Ilaria Caprioglio: “Nell’incontro di oggi, aperto a tutta la cittadinanza, verrà spiegato cosa comporta l’utilizzo del combustibile Lng da parte delle navi. Ma sarà anche l’occasione per tranquillizzare i cittadini sui timori e sui rischi derivanti da questo utilizzo. Sarà anche un momento di riflessione, un momento per analizzare in modo più ampio il tema dell’inquinamento atmosferico della città portato proprio dalle navi da crociera. Saranno molti gli esperti a livello nazionale che si susseguiranno. Da parte nostra, nel saluto introduttivo ripercorrerò quanto è stato fatto dal 2016 ad oggi: dal primo incontro di dicembre, abbiamo portato i primi dati di Sige sul presunto inquinamento (che questi dati non hanno rilevato) ai consigli comunali, alle commissioni dedicate a questo tema”.

“E infine ricorderemo le lettere che la nostra amministrazione comunale ha inviato a Regione, agli altri sindaci, Bucci e Peracchini, e al premier Conte per chiedere di essere inseriti nella zona di monitoraggio regionale e di costituire un tavolo permanente per poter lavorare, tutti insieme, sul tema della maggiore sostenibilità delle navi e del traffico navale. Al premier Conte abbiamo inviato anche la richiesta, più ampia, di monitorare tutto il bacino del Mediterraneo come richiesto dalle normative europee”.

All’appuntamento odierno hanno preso parte il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, il presidente dell’Autorità  portuale Paolo Emilio Signorini, il coordinatore progetti portuali e comunitari Jacopo Riccardi, il direttore generale Costa Crociere Neil Palomba.

Ma anche Carla Ancona, dirigente del dipartimento di Epidemiologia del servizio regionale sanitario, Francesco Petracchini, direttore ufficio progettazione CNR-IIA, Tomaso Vairo, analista di rischio Arpal, Franco Porcellacchia, vicepresidente Sustainable Innovation and Infrastructural Development Costa Group e molti altri esperti nel settore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.