IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rinnovato il Cda del Bim Valbormida, il sindaco di Carcare: “Investire contro dissesto idrogeologico”

Presidente sarà la vicesindaco di Pallare Cristina Lagorio, consiglieri i vicesindaci di Millesimo e Sassello

Valbormida. Venerdì 17 Gennaio 2020 l’assemblea dei sindaci soci del consorzio Bim ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione. Per i prossimi 5 anni a rappresentare l’ente saranno come presidente Cristina Lagorio, vice sindaco di Pallare, e come consiglieri i vice sindaci di Millesimo Francesco Garofano e di Sassello Daniele Rizzello. Sarà poi compito del neo presidente indicare il suo vice.

Il BIM (Bacino Imbrifero Montano) è di fatto un consorzio tra comuni che la legislazione nazionale vuole, obbligatori, in quelle aree geografiche sui cui corsi d’acqua si trovano impianti di derivazione per la produzione di energia elettrica. Un consorzio dunque rilevante, per un territorio le cui caratteristiche orografiche sono quelle montane e pedemontane dell’entroterra Ligure. Sarà compito del nuovo direttivo, insieme all’assemblea dei soci, decidere come gestire le risorse economiche che la legge mette a disposizione del consorzio e quindi del territorio. Infatti i concessionari di grandi derivazioni d’acqua per produzione di forza motrice, le cui opere di presa siano situate nell’ambito del perimetro, devono versare al consorzio un canone annuo. Ciò genera la disponibilità di risorse per i comuni compresi nel bacino imbrifero di appartenenza, destinate ad opere di carattere pubblico.

Per il sindaco di Carcare, Christian De Vecchi, l’obiettivo sarà quello di un lavoro mirato a proiettare il consorzio in avanti per i prossimi 10 anni: “Congratulazioni a tutti, hanno partecipato alle elezioni per il rinnovo del consiglio d’amministrazione tutti i comuni membri, un chiaro segno di affezione e di positivo auspicio per condividere i lavori del futuro. Molto positivo il dato programmatico, volto a considerare con maggiore attenzione le problematiche del dissesto idrogeologico e la messa in sicurezza del territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.