IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Lunardon “benedice” Mauceri: “Ora si intervenga sui cantieri”

"Adesso bisogna sbloccare i cantieri del nodo", ha proseguito il capogruppo del Partito Democratico. La Lega gli fa eco: "Adesso si sblocchi la Gronda"

Regione. E’ stata formalizzata nelle ultime ore la nomina di Calogero Mauceri a commissario per il nodo ferroviario di Genova e il Terzo Valico. Una nomina che ha soddisfatto Giovanni Lunardon, capogruppo del partito Democratico in Regione Liguria.

“Sono soddisfatto che sia stata formalizzata la nomina a commissario di Calogero Mauceri – ha esordito Lunardon -.  Il Governo aveva nominato subito Mauceri, ma si è dovuta attendere la pronuncia della Corte dei Conti. Quindi le polemiche sul Mit, francamente, ancora una volta, avevano un sapore squisitamente elettorale”.

Adesso però, ricorda Lunardon, si intervenga sui cantieri del nodo: “Ora bisogna sbloccare il cantiere del Nodo di Genova. E sarà compito del nuovo commissario scegliere la procedura più celere per affidare i lavori e far ripartire l’intervento finalizzato a realizzare quest’opera fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio. Credo che le istituzioni locali debbano collaborare proficuamente con il commissario Mauceri e mettere da parte le polemiche politiche: ne va del futuro della Liguria”.

A fare eco al capogruppo del Pd ci hanno pensato, in una nota, i consiglieri della Lega: “Finalmente, dopo la ratifica del commissario del Nodo di Genova e del Terzo Valico, fortemente voluto dalla Lega e in particolare dall’ex viceministro Edoardo Rixi, si potrà dare avvio a un’opera infrastrutturale importante per la logistica della città e dell’intera Regione. Ora il ministro De Micheli sblocchi la Gronda, che ha già subito decenni di ritardi per delle incomprensibili scelte politiche. Il vertice del Mit sa che basta una sua firma per dare avvio al progetto esecutivo e iniziare la cantierizzazione. La città di Genova e la Liguria non possono più attendere i costanti litigi di una maggioranza governativa che non va d’accordo su niente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.