IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2020, il M5S lancia le candidature sulla piattaforma Rousseau

Resta da vedere la possibile alleanza Pd-M5S

Più informazioni su

Liguria. Sono aperte le candidature per le “regionarie” e la scelta del candidato presidente per la Liguria, Puglia e Toscana in vista delle elezioni regionali che si terranno nella prossima primavera. L’annuncio in un post sul blog del Movimento Cinque Stelle.

Tutti gli iscritti – prosegue il testo – con documento certificato residenti in queste tre regioni, se in possesso dei requisiti necessari, possono avanzare la loro candidatura entro il termine perentorio delle ore 23:59 del 10 gennaio 2020.

Dunque sarà la piattaforma Rousseau, almeno in teoria, a decretare chi sfiderà l’attuale presidente Giovanni Toti blindato dal centrodestra. Il discorso potrebbe diventare più complicato in caso di alleanza tra Movimento 5 Stelle e centrosinistra. Questa ipotesi, esclusa più volte dalla capogruppo Alice Salvatore che lascerebbe spazio solo a legami con liste civiche, stuzzica tuttavia molti esponenti che vogliono provare a replicare l’esperienza di governo. L’ultima parola spetterà probabilmente al fondatore Beppe Grillo, vero deus ex machina dell’operazione giallorossa a Roma

In ogni caso, ecco come funziona la candidatura su Rousseau. È necessario accedere alla funzione Open Candidature, dopo aver fatto login, e seguire le modalità indicate. Chi non è un iscritto certificato deve provvedere a completare l’iscrizione entro e non oltre le ore 12.00 del 9 gennaio 2020. La lista di coloro che accetteranno la candidatura, che avranno completato tempestivamente la procedura per la formalizzazione della stessa su Open Candidature e che risulteranno effettivamente in regola con i requisiti, verrà resa pubblica e successivamente sottoposta alla votazione online su Rousseau. Ogni iscritto che vuole candidarsi, dovrà obbligatoriamente caricare il suo Curriculum Vitae, il proprio certificato del casellario giudiziale e il certificato dei carichi pendenti (non più vecchi di 6 mesi dalla proposta di candidatura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.