IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promozione, ricorso della Loanesi: la partita con il Camporosso potrebbe essere ripetuta risultati

Non è noto se l'arbitro ha commesso un errore e lo ammetterà: giovedì prossimo la decisione del giudice sportivo

Pietra Ligure. In questa stagione, nello stesso campionato, il girone A di Promozione, è già accaduto due volte un fatto piuttosto raro nella casistica del calcio: l’arbitro ha ammesso di aver commesso un errore e la partita è stata ripetuta.

Era successo per Sestrese-Legino, alla prima di campionato, finita 2-1 la prima volta e 1-0 dopo la ripetizione. Alla terza giornata, invece, era stata annullata Veloce-Taggia, terminata 1-0; il replay si era concluso 3-3.

Domenica, per la prima giornata del girone di ritorno, sul campo di Pietra Ligure, il Camporosso ha battuto la Loanesi San Francesco per 2 a 1. Avanti con Siberie, gli ospiti sono stati raggiunti dal gol di Armango, ma nel finale Crudo ha siglato la rete della vittoria dei ponentini. Il Camporosso, con questo successo, si è rilanciato alimentando le proprie speranze di salvezza.

La Loanesi San Francesco, però, ha preannunciato il ricorso; non appare chiaro, tuttavia, se ci siano le possibilità che venga accolto o meno. La decisione sarà nota tra sei giorni, giovedì 23 gennaio.

Il comunicato ufficiale recita: “Visto il preannuncio di ricorso sulla regolarità della gara in epigrafe, presentato dalla società Loanesi San Francesco, nei termini e con le modalità previsti dall’art. 67, primo comma, del codice di giustizia sportiva, con cui viene chiesta la ripetizione della gara medesima, per supposto errore tecnico dell’arbitro; vista la successiva formalizzazione del reclamo in questione nei termini e con le modalità previsti dall’art. 67, secondo comma, del codice di giustizia sportiva, in cui la ricorrente pone a motivo del gravame il fatto che, nella partita in questione, la società ricorrente avrebbe segnato una rete in modo irregolare, convalidata dal direttore di gara, il quale, poi, avrebbe sostenuto di aver commesso un errore e che avrebbe riportato il tutto a referto, salvo, una volta terminata la gara, rimangiarsi il tutto con il dirigente accompagnatore ufficiale, quando questi si era recato a recuperare i documenti; visto il disposto dell’art. 67, commi 6 e 7, del codice di giustizia sportiva”.

“Il giudice sportivo dispone di soprassedere all’omologazione del risultato conseguito sul campo; di fissare nel giorno 23 gennaio 2020 la data in cui verrà assunta la pronuncia sul ricorso in esame; di darne comunicazione alla società Loanesi San Francesco ed alla società Camporosso, ai fini dell’applicazione del disposto dell’art. 67, comma 7, del codice di giustizia sportiva. Sono fatti salvi i provvedimenti adottati dal direttore di gara, nel corso della gara in questione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.