IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Liguria del Gusto

L’analisi sensoriale del miele

"Liguria del gusto e quant'altro" è la rubrica gastronomica di IVG, ogni lunedì e venerdì

Più informazioni su

L’11-12 e 18-19 gennaio 2020 avrà luogo il 2° Corso di Introduzione in Analisi Sensoriale del Miele, organizzato da APILIGURIA in collaborazione con l’Albo Nazionale di analisi sensoriale del miele.

APILIGURIA è un’associazione senza scopo di lucro presente sul territorio regionale ligure dove si occupa di promuovere e sviluppare l’apicoltura in Liguria tramite servizi e attività rivolti agli allevatori apistici liguri. Oggi APILIGURIA raggruppa circa 400 apicoltori in tutta la Regione ed è legalmente riconosciuta da Regione Liguria.

L’associazione rappresenta una realtà seria, solida e distinta da grande competenza, che porta l’amore e la conoscenza delle api in ogni provincia ligure grazie all’attività dei suoi referenti territoriali, apicoltori dalla decennale esperienza e in possesso del titolo di esperto apistico.

Correva l’anno 1979 quando si svolsero proprio a Finalpia a Finale Ligure il primo corso di analisi sensoriale applicato al miele della penisola italiana, tenuto dal celeberrimo Michel Gonnet. Dopo ben 26 anni d’assenza (risale infatti al 1992 l’ultimo corso del genere svolto a Finale Ligure) lo scorso anno APILIGURIA ha “rispolverato” questa grande tradizione organizzando una nuova sessione di corsi d’analisi sensoriale del miele, tenuto da un importante esponente dell’apicoltura savonese, Elena Molinelli.

Visto il successo del corso, APILIGURIA si prefigge l’ obiettivo di riportare nuovamente la Liguria, ed in particolare Finale Ligure, ad essere capofila dell’analisi sensoriale a livello nazionale, grazie anche alle energie e all’entusiasmo dei nuovi esperti.

“Liguria del gusto e quant’altro” è il titolo di questa rubrica curata da noi, Elisa (alla scrittura) e Stefano (alle ricerche), per raccontare i gusti, i sapori, le ricette e i protagonisti della storia enogastronomica della Liguria. Una rubrica come ce ne sono tante, si potrà obiettare. Vero, ma diversa perché cercheremo di proporre non solo personaggi, locali e ricette di moda ma anche le particolarità, le curiosità, quello che, insomma, nutre non solo il corpo ma anche la mente con frammenti di passato, di cultura materiale, di sapori che si tramandano da generazioni. Pillole di gusto per palati ligustici, ogni lunedì e venerdì: clicca qui per leggere tutti gli articoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.