IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Stile Savonese

La testimonianza del padre

"Stile Savonese" è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia

Più informazioni su

Sabato 25 gennaio ad Albenga a Palazzo Oddo è stata inaugurata la mostra “La testimonianza del padre”. Un progetto fotografico e uno spazio per rappresentarsi e per raccontarsi come padre organizzato dall’Associazione di promozione sociale IMMAGINAFAMIGLIE nell’ambito delle attività a sostegno della genitorialità “We family& Scuola genitori 2019”.
La mostra, patrocinata dal COMUNE DI ALBENGA Assessorato ai Servizi Sociali e Assessorato al turismo e alla Cultura, è organizzata in partnership con FONDAZIONE “GIAN MARIA ODDI.

“La testimonianza del padre” è un focus sulla quotidianità emotiva della figura paterna che si sviluppa attraverso il racconto di quindici padri che si sono resi disponibili a condividere un percorso di conoscenza reciproca per comprendere il significato dell’essere padre per ciascuno di loro.
Si tratta di una mostra “interattiva” molto moderna, dove ognuno può essere parte integrante del progetto, con modalità diverse e includendo le piattaforme social.
Un’area della mostra sarà infatti dedicata ai visitatori che desiderano lasciare un proprio scritto autobiografico in relazione al proprio essere padre o a un ricordo o testimonianza verso il proprio padre.
È anche possibile inoltrare un messaggio su Facebook alla pagina “IMMAGINAFAMIGLIE” e, sempre in ambito social, è possibile postare su Instagram la propria foto di padre o del proprio padre con una propria didascalia, taggando @immaginafamiglie e includendo gli hashtag #caropapavorreidirtiche #latestimonianzadelpadre #comunealbenga #palazzooddo #immaginafamiglie #albengalabella #padrididomani.

Dietro alla mostra c’è stato un lungo lavoro in cui gli organizzatori di Immaginafamiglie hanno incontrato i padri che si sono messi a disposizione nelle loro case, per lavorare insieme al significato personale dell’essere padre. Un lavoro intimo, profondo, che ha consentito ai padri di dedicare un tempo al raccontarsi e chiedersi che padre sono stato, sono e sarò.
Successivamente sono passati alla ripresa fotografica, a cui i padri stessi hanno aggiunto una didascalia che racconta in poche righe chi è quel padre.

Il progetto è nato da un padre, il fotografo Silvio Massolo – “Questo progetto trae la sua genesi da un desiderio personale di esplorazione del tema. Ad un certo punto è nato in me il desiderio e la curiosità di confrontarmi con altri padri per capire come vivono questa condizione comune. Una necessità di apprendimento per differenza. Il mio interesse specifico è quello di indagare gli aspetti più intimi e meno conosciuti dell’esperienza del padre in relazione a sé stesso prima che all’interno della famiglia. L’esperienza di “singoli” padri e la loro storia singolare nella pluralità della famiglia”.

Malgrado i cambiamenti sociali avvenuti nel corso del tempo, ancora oggi la donna, la mamma è considerata la figura centrale della famiglia. Culturalmente il papà viene relegato a un ruolo secondario, ma nella pratica non è più così.
L’esperienza di esclusività, l’attaccamento e la profonda sintonizzazione emotiva connotano la relazione tra madre e neonato manifestandosi spontaneamente, mentre il padre non vive la paternità “nella carne”, per questo il passaggio da uomo a padre rappresenta un enorme potenziale di trasformazione.
L’uomo, insieme al proprio bambino, ha la possibilità di vedere nascere un “nuovo sé stesso” e di vivere un’esperienza emotiva di intensità senza pari, tutta da costruire giorno dopo giorno.

Oggi i papà si occupano dei bambini, li accompagnano a scuola, vanno alle riunioni con gli insegnanti, assolvono anche le semplici cure quotidiane dei figli, cambiano il pannolino, li fanno addormentare, danno loro il biberon.
Nella famiglia moderna mamma e papà si dividono equamente incombenze e gioie della genitorialità e, grazie a questo, la figura maschile ha colto una grande opportunità, arricchendosi e addolcendosi, potendo vivere con i figli una dimensione emotiva intima e di complicità.
Il papà è un pilastro di importanza fondamentale per ognuno di noi. Un punto di riferimento ineguagliabile e insostituibile.
Per questo il mio pensiero va anche e soprattutto a chi questo ruolo viene tolto, a chi non ha la possibilità di vivere appieno il suo essere padre, a chi, in seguito a una separazione, vive in condizioni indigenti pur di dare un futuro ai propri figli. Il mio pensiero va a chi, esautorato dal ruolo e dal diritto, vive i suoi giorni con un buco nel cuore.

Mi piacerebbe molto che in futuro si potesse fare un lavoro analogo su uomini che vivono una diversa condizione di padre, perché sono tanti, sono un esercito senza voce.
Intanto godiamoci questa meravigliosa mostra fino al 2 febbraio, che sonda nell’anima questi splendidi papà: Andrea Scussel, Boris Vitrano, Claudio Cepollina, Evandro Piantelli, Gabriele Peluffo, Giancarlo Enrico, Luca Del Sordo, Marco Massa, Marco Munerol, Marco Pesce, Matteo Galeotti, Mauro Pinzone, Michele Marziano, Pupi Bracali, Riccardo Gianni.

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia. Ogni settimana una passeggiata tra le vetrine dei negozi della nostra provincia, a caccia di novità: un “viaggio” tra le tendenze savonesi a livello di moda, bellezza o arredamento, ma anche tra proposte come gite, corsi o spettacoli a teatro. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.