Esclusi

Infrastrutture, anche Caprioglio bacchetta il Ministero: “Il Comune di Savona deve essere ai tavoli”

La richiesta delle organizzazioni sindacali formalizzata nell'incontro di oggi in Prefettura

Savona. “Secondo alcuni dati aggiornati, con la piattaforma Maersk il traffico pesante aumenterà su Savona dell’11,5%. Un dato molto rilevante: per questo credo che anche il Comune di Savona debba avere voce in capitolo, e mi auguro che al prossimo tavolo possa essere invitato”.

Dopo i sindacati, che questa mattina hanno presentato una lettera unitaria alle istituzioni per chiedere di far parte del tavolo sulle infrastrutture per il savonese e per il bacino vadese, anche il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio punta il dito contro il Ministero delle Infrastrutture, “reo” di aver creato un tavolo sul tema delle infrastrutture di Vado Ligure coinvolgendo il Comune di Vado ma non quelli di Savona e Quiliano.

“Al tavolo romano non siamo stati invitati – dice Caprioglio – e io, sebbene sommessamente e in modo educato e rispettoso, ho protestato con i nostri parlamentari di tutti gli schieramenti politici. Era un tavolo dove si parlava di infrastrutture: sì, principalmente di quelle connesse alla piattaforma Maersk, però ricordo che il traffico pesante legato a quell’opera, finché non ci sarà il casello di Bossarino, passerà anche sul nostro territorio come su quello di Quiliano”.

All’incontro di due giorni fa a Roma erano presenti Rfi, Anas, Autofiori, Autorità Portuale, APM Terminals, Regione, Provincia e Comune di Vado. Il prossimo incontro si terrà invece il 14 febbraio a Vado Ligure.

QUI la lettera invitata dai sindacati per protestare contro la loro mancata inclusione

leggi anche
casello bossarino
Primo incontro
Infrastrutture a Vado Ligure, tavolo con polemica: Savona e Quiliano nuovamente escluse
casello bossarino
Rispetto
Infrastrutture a Vado Ligure, Caprioglio: “L’esclusione dai due tavoli? Sgarbi istituzionali, scriverò al Mit”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.