Picco di contagi

Influenza “boom”, Liguria tra le regioni più colpite. Si va verso i 3 milioni di casi a livello nazionale

A esser colpiti maggiormente dal virus, come al solito, i bambini al di sotto dei cinque anni

Generica
Foto d'archivio

Regione. “La Liguria è una delle regioni maggiormente colpite dal virus e si va velocemente verso i 3 milioni di casi a livello nazionale”.

È questo quanto si evince da Ansa.it in relazione all’ondata di influenza, tipica di stagione, che “sta colpendo in maniera massiccia milioni di cittadini in tutta Italia, con particolare concentrazione anche su regioni “risparmiate” gli scorsi anni: Liguria, Piemonte, Lombardia, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Campania e Sicilia in primis”.

“L’influenza, – si legge ancora su Ansa.it. – viaggia veloce verso il picco dei contagi e ha già messo a letto quasi due milioni e 300 mila persone. In particolare, nella seconda settimana del nuovo anno, un ‘brusco aumento del numero di casi’ è stato registrato ‘soprattutto nei giovani adulti e negli anziani’. Super affollati gli studi di pediatri e medici di famiglia, mentre nei Pronto Soccorso la situazione sembra per ora abbastanza tranquilla”.

“Secondo il bollettino di sorveglianza delle sindromi influenzali InfluNet, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), i casi, la settimana passata sono stati 374.000, per un totale, da metà ottobre, di circa 2.268.000 persone a letto. E con i contagi degli ultimissimi giorni ci si avvicina ai 3 milioni di casi. Dopo il lieve calo dovuto alla chiusura delle scuole nelle festività natalizie, quindi, il numero dei contagi influenzali continua a salire velocemente. Dal 6 al 12 gennaio 2020, l’incidenza totale è pari a 6,2 casi per mille assistiti. A esser colpiti maggiormente dal virus dell’influenza sono stati, come al solito, i bambini al di sotto dei cinque anni”.

“Non mancano casi gravi e complicati, per lo più in persone anziane o con altre malattie croniche: secondo il bollettino FluNews, dall’inizio della sorveglianza, ne sono stati segnalati 20, che hanno necessitato il ricovero in terapia intensiva. Di questi, 4 sono deceduti”.

“Per chi non lo avesse ancora effettuato è ancora possibile acquistare il vaccino antinfluenzale in farmacia. Impiega un paio di settimane per essere completamente efficace e andrebbe fatto a inizio stagione per avere una copertura più completa, ma farlo ora permetterebbe di proteggersi almeno per i mesi di febbraio e marzo, dai tre ceppi del virus maggiormente in circolazione”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.