IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - L'Angolo dei Curiosi

Giochi di carta

"L'Angolo dei Curiosi" è la rubrica per chi è desideroso di vedere, ascoltare, conoscere: ogni giovedì con Giulia Grenno

Più informazioni su

Tra i miei scrittori preferiti, un posto di tutto rispetto va a Nick Hornby.
Mi piace ogni cosa dei suoi libri: le trame, i personaggi, il modo in cui scrive e il suo immaginario.
Quando non so quale sarà il prossimo libro che leggerò, Hornby è sempre una certezza.
E c’è di più: non sono una di quelle persone che non ama le trasposizioni cinematografiche dei libri a prescindere.
Penso che ci voglia del coraggio a mettere in scena e dare un volto a quanto vive nell’immaginario di ognuno di noi.
E credo che nessuna trasposizione possa veramente essere all’altezza delle aspettative di ognuno di noi perchè mai nessun personaggio, mai nessuna atmosfera potrà rendere giustizia a quanto abbiamo immaginato.
Detto questo, trovo curioso vedere l’interpretazione di altri che hanno letto quanto ho letto io, che si sono emozionati come me.
E se il film non è all’altezza delle mie aspettative, poco importa: mi ha fatto riflettere, mi ha portato a ragionarci su e, magari, mi ha permesso di scovare sfumature che io non avevo visto.

Quindi, nel caso di Hornby, ho visto “About a Boy”, “L’amore in gioco” (ispirato a “Febbre a 90” ma visto attraverso la vita di un tifoso sfegatato di baseball) e, ovviamente, “Alta Fedeltà”.

“Alta Fedeltà” è un libro che, a mio parere, deve assolutamente essere letto e far parte della libreria di ognuno di noi.
Se dovessi sintetizzare la trama, riporto la descrizione fatta sull’edizione di Guanda:

“Si può dividere l’esistenza con qualcuno che ha una collezione di dischi incompatibile con la propria? Si possono avere dei gusti terribili e allo stesso tempo essere una persona degna di essere frequentata? Le canzoni tristi rischiano o no di mettervi sottosopra la vita, se le ascoltate a ripetizione? In una Londra irrequieta e vibrante, le avventure, gli amori, la passione per la musica, i sogni e le disillusioni di una generazione di trentenni piena di voglia di vivere”.

Questa storia è stata portata sul grande e piccolo schermo nel 2000 con John Cusack e Jack Black, tra gli altri interpreti
E’ notizia ufficiale che, nel 2020, verrà distribuita una versione di “Alta Fedeltà” al femminile, con Zoe Kravitz – figlia di Lenny – come protagonista.

Sono sicura che tra di voi c’è qualcuno appassionato come me all’autore e al libro: che ne pensate di questa novità?
Io sono certa che gli darò una possibilità.. E voi?
Vi lascio con una bellissima citazione:
“Vorrei che la mia vita fosse come una canzone di Bruce Springsteen. Almeno per una volta.”

“L’Angolo dei Curiosi” è la rubrica di IVG a cura di Giulia Grenno per chi è desideroso di vedere, ascoltare, conoscere, ritrovarsi o dissentire. A Giulia piacciono il profumo dei libri, il rumore della puntina che tocca il vinile, il buio in sala quando sta per iniziare un film, l’odore delle cartolerie, il ticchettio della macchina da scrivere, i ritratti in bianco e nero, le prospettive diverse, fermarsi col naso all’insù.
Se ti piace almeno una di queste cose, prenditi una pausa insieme a noi
: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.