IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, al via la seconda edizione dell’itinerario “Memoria” evento

Iniziativa nata dalla collaborazione tra Associazione Baba Jaga, Anpi e Progetto “Per questo mi chiamo Giovanni

Finale Ligure. La seconda edizione dell’Itinerario Memoria nasce dalla collaborazione tra Associazione Culturale Baba Jaga, Anpi sezione di Finale Ligure e il Progetto per la legalità della provincia di Savona “Per questo mi chiamo Giovanni” con il contributo del Comune di Finale Ligure.

La mostra dell’Itinerario è composta da quattro installazioni e due approfondimenti che raccontano attraverso il teatro, la musica, i fumetti, la fotografia ciò che è accaduto a persone comuni in un momento storico in cui si viveva nell’impossibile.

“Parliamo, – hanno spiegato gli organizzatori, – di chi ha resistito scegliendo la Resistenza Pacifica come unica risposta al ‘non essere indifferenti’ e di come essa abbia fatto la differenza per molte persone”.

“Partiremo da storie vicine a noi come il ‘Padiglione fantasma dell’ospedale Santa Corona’, un reparto clandestino in cui si curavano partigiani ed ebrei, e Rosalda Panigo la maestra ribelle per seguire la deportazione dei soldati italiani che rifiutarono di aderire alla repubblica di Salò, una scelta che, per molti, significò non tornare a casa. Entreremo nel cuore della Germania nazista con la storia della Rosa Bianca, un gruppo di studenti che si oppose in modo non violento al regime tedesco, fino ad arrivare alla storia del miracolo danese: come la Danimarca riuscì a salvare il 99% dei suoi cittadini ebrei dalla deportazione”.

Sabato 25 gennaio sarà possibile partecipare agli approfondimenti: “Memoria in Cammino”, dalle 16 alle 17.30 letture a cura degli allievi di associazione Baba Jaga, tra le vie di Finalborgo e “La Rosa Bianca”, spettacolo teatrale con Giuseppina Facco e Mirco Filidei, testo e regia di Maria Grazia Pavanello assistente Roberta Firpo, alle 21.

Per le scuole del territorio sarà possibile, solo su prenotazione, visitare la mostra ed assistere allo spettacolo “La Rosa Bianca” tutte le mattine dal 14 al 24 gennaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.