IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fabio Quagliarella player of the week

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Fabio Quagliarella (che il 31 gennaio compirà ben 37 anni) con la doppietta realizzata domenica scorsa al Brescia è salito a 158 reti, confermandosi il miglior marcatore della Serie A ancora in attività. Nella classifica “all time” il super bomber doriano si trova adesso al 18° posto davanti a Luca Toni a soli 5 centri dal leggendario Boninsegna avendo segnato nella massima serie con 6 squadre differenti: Ascoli (3 gol), Sampdoria (78), Udinese (25), Napoli (11), Juventus (23) e Torino (18).

Zlatan Ibrahimovic, grazie al gol realizzato al Cagliari, è salito a 123 reti in Serie A, raggiungendo, tra gli altri, Vialli e Trezeguet al 45° posto assoluto nella graduatoria di tutti i tempi. L’attaccante del Milan ha segnato in Serie A con tre squadre: Milan (43 reti), Inter (57) e Juventus (23). Ciro Immobile, con la rete segnata al Napoli, si è portato a quota 119 realizzazioni in Serie A, acciuffando Gino Pivatelli al 54° posto assoluto. L’attaccante della Lazio ha segnato in Serie A con tre squadre: Genoa (5 reti), Torino (27) e Lazio (87). Gonzalo Higuain, con il gol segnato in Juventus-Cagliari, è salito al 49° posto a quota 122 reti.

Tornando all’eroe di giornata, Fabio Quagliarella, a livello individuale, ha ricevuto nel 2009  l’Oscar del calcio AIC per il più bel gol della stagione realizzato durante la sua militanza nell’Udinese; nel 2018, in forza alla Sampdoria, ha conseguito il Premio Scirea. Nel corso della stagione 2018-2019 ha segnato per 11 partite consecutive (tra la 10ª e la 21ª giornata, restando in panchina nella 12ª), un risultato precedentemente raggiunto in un singolo campionato di Serie A dal solo Gabriel Batistuta, capace di andare in gol senza interruzioni per i primi 11 turni della stagione 1994-1995. Inoltre, nello stesso campionato, si è laureato capocannoniere della serie A dopo aver realizzato 26 gol, divenendo il terzo calciatore del club ligure ad aggiudicarsi il trono dei marcatori dopo Sergio Brighenti, nel 1961, e Gianluca Vialli, nel 1991.

A Fabio, una vita fatta di smarcamenti inimitabili, rovesciate e colpi di tacco, incornate e tiri imprevedibili, vanno i complimenti ed i ringraziamenti di tutti gli amanti del gesto tecnico. Lo spirito con il quale scende ancora in campo potrebbe spiegare, a chi non ama il calcio, il perché si continua a seguire e praticare questo sport e può essere d’insegnamento per tutti i ragazzi e a tutta la nuova generazione.

Un esempio da seguire per abnegazione, lavoro, perseveranza e voglia. Una grande lezione la nostra giovane Italia pallonara. Non è stato per caso che il lunedì 11 marzo 2019 durante la cerimonia d’apertura della 71ª edizione della Viareggio Cup a leggere il giuramento sia stato proprio il capitano della Sampdoria.Come sottolineato sul sito ufficiale della manifestazione, la scelta è ricaduta sull’attaccante blucerchiato non solo per le straordinarie doti di abilità e palleggio ma soprattutto per la serietà professionale che ha dimostrato su tutti i campi che ha calcato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.