IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, 2^ edizione del concorso “Donne Oltre”: panchine sul lungomare alle donne “vincitrici”

La partecipazione è rivolta a tutti

Borghetto Santo Spirito. Prosegue il progetto “Donne Oltre” del Comune di Borghetto Santo Spirito.

Per la seconda edizione, il Comune intende portare l’attenzione tramite il concorso di idee sulle figure femminili che hanno operato in campo tecnico e scientifico e che si sono contraddistinte, con il proprio impegno, i propri studi, le proprie azioni e scoperte, diventando un esempio e un modello nel campo in cui hanno operato.

L’amministrazione comunale intende infatti “rendere merito ed onore alle donne che, andando oltre i pregiudizi, oltre le barrire e oltre i propri limiti hanno cambiato la storia e migliorato la società in cui oggi viviamo”.

Alle “Donne di Scienza”, individuate tramite il concorso, verranno dedicate alcune panchine sul lungomare cittadino, proseguendo il progetto iniziato nel 2019. Chi desidera sottoporre alla Commissione storie di Donne, che hanno saputo essere un faro e un esempio in campo scientifico, potrà farlo attraverso la pagina facebook del Comune o attraverso la mail donneoltre@comune.borghettosantospirito.sv.it entro il prossimo 08 marzo.

Il concorso di idee è rivolto a tutti ed è ammessa la partecipazione di persone fisiche, classi o scuole. Ciascun soggetto potrà presentare un’unica proposta. Qui il bando completo.

Le proposte ricevute verranno vagliate da una commissione e alle prescelte verranno dedicate alcune panchine sul lungomare cittadino, sulle quali verrà posizionata una targa con l’indicazione del progetto e della donna alla quale la stessa verrà dedicata, con la relativa motivazione.

L’assessore alla cultura e alle pari opportunità Mariacarla Calcaterra “prosegue l’impegno del Comune nel tenere alta l’attenzione sulla figura femminile e sulla necessità di far conoscere donne che hanno contribuito a migliorare la condizione in cui noi tutti oggi viviamo. L’auspicio è che ciò determini una presa di coscienza collettiva, che aiuti a superare stereotipi e contrasti e favorisca una concreta parità di genere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.