Iniziativa

Bergeggi, assistenza sanitaria: al via la distribuzione del “barattolo dell’emergenza”

La proposta dei Lions, il sindaco Arboscello: "Strumento utile per le fasce deboli della popolazione"

barattolo emergenza

Prende il via anche a Bergeggi la distribuzione del “barattolo di emergenza”, un sistema semplice ed efficace di supporto nell’emergenza medica inizialmente fornito a protezione delle fasce più deboli della popolazione, in particolare anziani.

Il “barattolo dell’emergenza” Lions contiene una piccola scheda informativa con le comunicazioni più importanti per i primi soccorritori ed il personale medico che dovrà poi assistere il soggetto, scheda immediatamente reperibile perché posizionata nel frigorifero di casa (ambiente quasi sempre disponibile e protetto da fuoco, esplosioni etc.). La scheda contiene note sulle principali patologie, i farmaci assunti, le allergie, le persone di riferimento da chiamare ecc.

Sulla porta di casa e sullo sportello del frigo vengono posti adesivi speciali (con logo Lions) che contrassegnano le famiglie aderenti al progetto. In maniera rapida, i soccorritori potranno cosi accedere a dati essenziali, specie in caso di persone ritrovate sole e non in grado di riferire su se stesse.

Informati gli operatori del 118 e del Pronto Soccorso e tutte le Pubbliche Assistenze del territorio.

“Fatta la proposta da parte dei Lions di Noli Spotorno Bergeggi, abbiamo aderito con entusiasmo al progetto come amministrazione, coinvolgendo non solo i cittadini ma anche la farmacia e i medici di famiglia” afferma il sindaco Roberto Arboscello.

“Credo che il barattolo sia uno strumento semplice ma importantissimo per le molte persone anziane che vivono sole e che molto spesso assumono terapie farmacologiche complesse, che provocano difficoltà nel ricordare quali farmaci si assumono. In caso di emergenza è importante fornire velocemente agli operatori sanitari le giuste informazioni. Non posso che ringraziare a nome di tutta la popolazione il comitato locale dei Lions per il progetto” conclude il primo cittadino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.