IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Quiliano incontro pubblico sull’entroterra dopo i disastri del maltempo foto

Appuntamento in sala consiliare con sindaci, assessori e consiglieri regionali

Quiliano. Un incontro pubblico “recuperare o abbandonare il nostro entroterra – Come finanziare le strade comunali e vicinali di transito pubblico distrutte dagli eventi meteorologici del 24-27 novembre 2019?”. Questo il titolo dell’appuntamento in programma domani, martedì 7 gennaio, alle ore 17 e 30 presso la Sala consiliare di piazza della Costituzione.

“Nell’attuale situazione il tema è importante per il territorio del Comune di Quiliano e fondamentale per molti Comuni della nostra provincia” afferma il sindaco Nicola Isetta.

Hanno già dato l’adesione diversi sindaci tra cui il sindaco di Calizzano nonché presidente della Provincia Pierangelo Olivieri. Hanno già comunicato la partecipazione alcuni consiglieri regionali.

Su delega del presidente Giovanni Toti, sarà presente l’assessore all’Agricoltura e allo Sviluppo dell’Entroterra, Stefano Mai. Sarà inoltre presente, in rappresentanza dell’assessore allo Sviluppo Economico, Andrea Benveduti, l’Ing. Alberto Pellissone, Dirigente del Settore regionale Sviluppo strategico del tessuto produttivo e dell’economia ligure.

“I sindaci sono nella necessità di dare risposte immediate ai propri cittadini amministrati. Ancora oggi non ci sono certezze, né da parte dello Stato né da parte della Regione, sui finanziamenti. Temiamo inoltre che le nuove emergenze espresse dai comuni costieri rischino di creare uno sbilanciamento nella ripartizione delle risorse, a danno di tutto l’entroterra savonese. Riteniamo necessario, alla luce della nuova Legge di Bilancio 2020 e degli stanziamenti assegnati dallo Stato alla Liguria, conoscere quali saranno i finanziamenti che verranno forniti al Comune di Quiliano e, in generale, a tutti i Comuni savonesi, con particolare attenzione al nostro entroterra” aggiunge Isetta.

“E’ questo un metodo serio, responsabile e concreto per capire chi è veramente interessato a rappresentare queste istanze, qual è lo stato delle cose e per comprendere concretamente quali azioni intendono intraprendere i diversi soggetti in campo, ognuno con le proprie competenze e responsabilità”.

“È in gioco la tutela del territorio, dei borghi frazionali, delle viabilità comunali, vicinali e del sistema economico dell’entroterra. I Comuni non possono essere abbandonati e relegati a gestirsi, con le sole risorse comunali, la drammatica situazione di emergenza della viabilità comunale dell’entroterra. La Liguria è anche entroterra da far vivere e rilanciare. Attendiamo risposte chiare e concrete da parte dello Stato e della Regione Liguria. Tale disagio è già stato evidenziato dal Sindaco di Quiliano in Prefettura di Savona durante la visita del Ministro Bellanova”.

“Quiliano ha titolo per porre questa problematica con forza e determinazione avendo una superficie territoriale di 49,92 km quadrati. E’ il sesto Comune più esteso della provincia di Savona e il ventesimo in Liguria. Il dodicesimo Comune della provincia per numero di abitanti. Il territorio è composto oltre che da 2 centri cittadini da 3 frazioni più montane e dalle numerose borgate, raggiunte da 43 km di strade comunali e 12 km di vicinali. E’ attraversato dall’Alta Via dei Monti Liguri ed ha una importante rete di strade di collegamento secondario e sentieristico che consente di collegare la sua piana alla rete di viabilità secondaria ed escursionistica della Val Bormida e del Finalese”.

“E’ un territorio con una importante estensione boschiva con una morfologia prevalentemente di carattere collinare – montana che presenta tempi di deflusso molto rapidi da monte a valle in occasione di abbondanti piogge e allo stesso tempo, nel periodo estivo, problematiche legate al rischio incendi. Problematiche che, in caso d’abbandono, si andrebbero sempre più ad accentuare. L’Amministrazione Comunale, conscia di tutto questo, intende rilanciare un progetto di sviluppo polisettoriale, integrato con la valorizzazione dell’entroterra”.

“Durante le giornate del novembre 2019 il territorio del Comune di Quiliano è stato interessato da un evento meteorologico particolarmente intenso, che ha provocato una serie di dissesti. Gli stessi hanno interessato la rete stradale comunale in maniera diffusa, per un totale ad oggi rilevato di 33 franamenti, seppur di diversa entità. Le viabilità più colpite sono state le strade che conducono alle frazioni di Cadibona (Via Tecci), Roviasca (Via Cavassuti) e Faia (Via Faia), lungo le quali si sono manifestati movimenti franosi tali da costringere alla temporanea chiusura delle viabilità medesime”.

“Il Comune di Quiliano ha speso in un mese quasi un milione di euro di fondi propri per fronteggiare le prime urgenze sul territorio. E mancano ancora all’appello 2.300mila euro di opere ulteriori da affidare, e 3.750 mila euro per i lavori di messa in sicurezza. Il tutto per una spesa complessiva di circa 7 milioni” conclude il primo cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.