IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

24H of Finale, ci siamo: aprono le iscrizioni alla ventiduesima edizione

Gli organizzatori: "Il nostro desiderio è che non sia solo una grande festa ma un modo per mantenere e migliorare il mondo in cui viviamo"

Finale Ligure. Partimmo tanti anni fa alla ricerca del tesoro. Ogni oceano è stato solcato dalla prua della nostra nave. Abbiamo conosciuto terre nascoste da nebbie eterne, visto popoli e culture diverse. Ogni volta il tesoro sembrava vicino, a portata di mano e la mappa sembrava chiara ma la rotta certa ma non si trovava mai.

Sapevamo che da qualche parte esisteva, ma ogni volta sfuggiva come se ogni miglio percorso aumentasse la distanza. Intanto continuavamo a conoscere i segreti del mondo, lingue sconosciute e mille altre storie sul tesoro e su come conquistarlo. Ad ogni nuovo racconto, diventava sempre più grande, ricco, e fiorivano storie di maledizioni ogni volta più grandi e terribili. Incontrammo tante altre ciurme alla ricerca dello stesso tesoro, disposti a tutto pur di conquistare la ricchezza.

Vedemmo tanti equipaggi combattere per arrivare primi, ma nessuno di loro, come noi, vide mai il favoloso tesoro. Per questo, mentre tutti andavano decisi nella stessa direzione, senza un dubbio e assetati di ricchezza, il comandante ordinò al timoniere di invertire la rotta. Tutti lo guardarono stupiti: molti protestarono: qualcuno abbandonò addirittura la nave raggiungendo altri equipaggi a bordo di scialuppe. La nave stessa sembrava protestare, scricchiolando nella virata e alzando alti spruzzi.

Fu in quel momento che il comandante si mise al centro del ponte di comando e disse: “Noi siamo pirati: abbiamo scelto la libertà e l’avventura e non di essere uguali a tutti gli altri. Il tesoro è solo un sogno irraggiungibile. Ormai tutti cercano solo questa illusione e non capiscono che il vero tesoro non è alla fine del viaggio ma è il viaggio stesso“. Noi pirati eravamo stupiti da quelle parole, ma all’improvviso capimmo: mentre le altre navi sparivano all’orizzonte una terra comparve davanti a noi. Subito ci sembrò sconosciuta, ma via via che ci avvicinavamo, capimmo. Era il punto da dove eravamo partiti tanti anni prima. Era quello il luogo del vero tesoro: era casa. Un luogo apparentemente selvaggio ma in realtà ospitale, dove il bosco e il mare si confondono fra di loro.

Organizzammo una grande festa: tutti ci sentivamo ricchi. Presto, la leggenda del nostro tesoro si diffuse, passando di bocca in bocca e molte navi cominciarono ad arrivare, spesso con sete di conquista, ma gli equipaggi una volta sbarcati si stupivano di non trovare oro e gioielli ma solo un posto bellissimo, una grande festa che non finiva mai e le altre ciurme arrivate prima di loro impegnate in una specie di danza, un viaggio che iniziava e finiva nello stesso posto come un girotondo. Subito gli sembravano pazzi ma presto capivano e partecipavano anche loro: il viaggio e il tesoro coincidevano perfettamente e per scoprirlo bastava saperlo vivere.

In 22 anni di vita, la 24H of Finale è cresciuta insieme al territorio e all’ambiente del Finalese. In questo periodo decine di migliaia di biker da tutto il mondo sono arrivati in Liguria per percorrere sentieri ormai diventati leggenda. Mare, montagne boschi si fondono in un mix assolutamente unico e per chi viene per la prima volta è davvero difficile non rimanere stregato dalla magia di questo immenso tesoro, che può accogliere per 365 giorni all’anno.

Un tesoro non facile, selvaggio, imprevedibile, duro e fragile allo stesso tempo. Un tesoro che appartiene a tutti coloro che lo amano. “Le sfide che vi proporremo quest’anno non sarà solamente affrontare una gara tecnica, dura, bellissima e unica nel suo genere ma riguarderà anche la nostra e vostra capacità di vivere in maniera consapevole ed equilibrata la nostra manifestazione – spiegano gli organizzatori -. Il nostro desiderio è che la 24H of Finale non sia solo una grande festa ma che sia un modo per mantenere e migliorare il mondo in cui viviamo. La tua ciurma è pronta per vivere un sogno e scoprire che il tesoro più grande è il posto dove viviamo e ci piace stare e che la sfida più grande non è conquistarlo ma saperlo mantenere?”

Si avvicina quindi la ventiduesima edizione della 24H of Finale e le iscrizioni apriranno tra pochissimo: mercoledì 22 gennaio.

Clicca qui per accedere alla pagina delle iscrizioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.