IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Voleva spacciare hashish agli studenti del liceo Bruno di Albenga: pusher arrestato dai carabinieri

Fermato proprio davanti alla scuola

Albenga. Aveva in tasca 27 dosi di hashish già pronte per lo smercio ed un altro più grande pezzo di “fumo” ancora da suddividere in dosi il pusher arrestato ieri mattina dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Albenga davanti al liceo Bruno, proprio all’orario di uscita degli studenti.

Nella mattinata di ieri i militari hanno effettuato una serie di controlli mirati nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, volto all’intensificazione delle attività prevenzione e contrasto allo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti negli istituti scolastici. I carabinieri della Sezione radiomobile hanno concentrato l’attenzione nelle zone delle scuole “Paccini” di via Goffredo Mameli, delle scuole medie di Leca d’Albenga e del liceo statale “Giordano Bruno” di viale Pontelungo.

Proprio durante l’uscita degli studenti dal “Giordano Bruno”, i carabinieri hanno notato la presenza di un 24enne extracomunitario. Gli operatori lo hanno quindi isolato dagli studenti che stavano lasciando la scuola (anche per evitare di destare la curiosità dei ragazzi) e lo hanno controllato separatamente.

La perquisizione, poi approfondita in caserma, ha permesso di accertare che il soggetto aveva addosso 27 dosi di hashish tagliate con perfezione certosina e tutte confezionate singolarmente in bustine di nylon. Oltre alle dosi è stato trovato anche il pezzo principale del fumo da cui erano state tagliate le dosi pronte evidentemente allo spaccio.

L’obiettivo del pusher, secondo la raccolta degli elementi d’ informazione dei carabinieri, era di smerciare l’intero stupefacente preparato proprio ai ragazzi del “Giordano Bruno”.

Subito dopo il ritrovamento della droga, il marocchino è stato dichiarato in arresto per il reato di “detenzione ai fini di spaccio e rinchiuso nelle camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Albenga in attesa del processo per direttissima che si svolgerà nel corso della mattinata.

L’attività di monitoraggio dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, anche con il supporto di unità cinofile specializzate, proseguirà nei prossimi giorni e si estenderà a tutti gli istituti scolastici del territorio di competenza, da Albenga e Finale Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.