IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

La foto dei Lettori di IVG.it

Vado Gateway, lettrice indignata: “La bandiera era ungherese, non italiana”

Nel mirino l'orientamento delle strisce

Più informazioni su

Con riferimento alla notizia di ieri su Vado Gateway, rilevo non senza indignazione, che la bandiera issata sulle note dell’inno di Mameli, alla presenza di politici locali e deputati della Repubblica, non era il tricolore italiano ma la bandiera ungherese (tricolore come quella italiana ma con le bande orizzontali anziché verticali, ndr).

Cordialità

Lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio J. Balacco

    Cara Signora, la bandiera era italiana. Si voleva che fosse lunga, quasi fino a terra e si voleva far vedere i nostri colori così come li vediamo tutti i giorni.
    Capisce anche lei che non si poteva appendere la bandiera per il verde e poi avere una sproporzione dei colori che si allungavano terribilmente per coprire parte dell’altezza della STS (60 metri). C’era tutto lo stato maggiore ligure all’inaugurazione, io ero proprio lì e le assicuro che l’inno di Mameli insieme a quella bandiera che sventolava al vento hanno prodotto emozione e commozione a me e a chi se n’è fregato dei giudizi della gente e ha lavorato sodo per terminare l’opera il più presto possibile.