Eventi

“Savona-Santuario”: una mostra, un libro e una conferenza per scoprire e tutelare il paese a pochi passi dalla città

Una serie di attività per coronare i 40 di attività dell'artista Imelda Bassanello

Savona. In occasione dei suoi 40 di attività vissuti sul territorio savonese, l’artista Imelda Bassanello inaugura il 7 dicembre alle 16 la mostra “Savona-Santuario. La culla di un sogno“, che sarà visitabile presso la sala del Commissario della Fortezza del Priamar, fino al 6 gennaio.

“La mostra – afferma il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio – rispecchia la personalità e l’amore verso la nostra città di un’artista unica come Imelda Bassannello, che ha dedicato gran parte della sua vita a esprimere la sua arte e a produrre le sue opere nel nostro territorio: dieci anni di presenza in via Sacco nel centro storico e trenta al Santuario”.

E proprio della caratteristica frazione di Santuario (a pochi km da Savona) raccontano i dipinti dell’artista, che vedono bambini andare a scuola, adulti e anziani passare del tempo negli scorci del paese; ma anche il libro/documentario della stessa Bassanello che “descrive quarant’anni di attività vissuta coinvolgendo le persone del posto e cercando di trasmettere il messaggio che l’arte è a disposizione di tutti per regalare emozioni a costo zero”.

L’assessore alla cultura Doriana Rodino, entusiasta della mostra, descrive l’artista “esile ma dalla stretta di mano decisa, una donna eclettica che credevo di conoscere attraverso le sue opere: delicate ed educate, variopinte, quiete e intense ma mai vistose nè assordanti. Una donna sorridente e solare che lascia il segno in tutti quelli che hanno la fortuna di conoscerla ma anche in quelli che intercettano la sua personalità attraverso la sua arte” aggiunge Rodino.

Imelda Bassanello, nella sua attività artistica, ha utilizzato e continua a utilizzare svariati materiali e differenti tecniche, messe a punto anche nei suoi laboratori dedicati a bambini e non solo (in repertorio l’artista ha molte attività sociali realizzate presso le scuole elementari e la casa di riposo del Santuario), che sono aperti nel periodo natalizio dalle 15 alle 18 all’interno del Priamar.

Di rilevanza per coloro che hanno vissuto o amano il paese del Santuario è la conferenza tenuta dal professor Michel Perloff, che si terrà il 21 dicembre alle 16 nella stessa location. L’esperto francese offrirà uno sguardo insolito sul paese come quello del Santuario, ma non solo, con pacatezza e spirito filosofico, perchè in un “Paese c’è molto di più del visibile. C’è un anima” che va scoperta e protetta.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.