IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, “Idee Forti 2019”: la nuova edizione del progetto affronta il tema “Violenza sugli operatori sanitari” foto

Era partito nel 2013 avendo per argomento la donazione del sangue

Più informazioni su

Provincia. Si è rinnovato nel 2019 il progetto “Idee Forti”, partito nel 2013 avendo per argomento la donazione del sangue e che con il suo elaborato vincitore ricevette il premio e i complimenti di Carlo Freccero, già direttore di RAI 2 , in giuria. 

Il progetto ha visto confermata la collaborazione tra Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Scienze della Formazione, e ASL2 Sistema Sanitario Regione Liguria; nello specifico,  tra il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, insegnamento di Psicologia, e la struttura di ‘Qualità Accreditamento e Rischio Clinico’ diretta dal dr. Elio Garbarino. 

Anche quest’anno, come nel 2013, coordinatori del progetto sono stati il prof. Bracco per l’Università di Genova e la dott.ssa Nadia Guisa per ASL2.

Il programma dei lavori prevedeva che gli studenti elaborassero un’idea di comunicazione (video, manifesto, volantino, sito, ecc.) formulata secondo i principi della comunicazione efficace. Il tema affrontato è stato quello della ‘sensibilizzazione della cittadinanza riguardo al problema della violenza sugli operatori sanitari’.

Lo svolgimento dei lavori è stato seguito per ASL2, oltre che da Nadia Guisa, dalla dott.ssa Monica Lavagna, referente per l’aspetto ‘violenza operatori sanitari’ nel Gruppo Operativo dell’Unità Gestione Rischio Clinico di ASL2, coordinato dalla dott.ssa Michela Barisone. Hanno inoltre collaborato i colleghi del Pronto Soccorso di Savona grazie alla disponibilità del direttore, dr. Roberto Lerza, e l’Ufficio Comunicazione afferente alla struttura URP e Relazioni Esterne.

I lavori dei ragazzi sono stati valutati oggi durante l’ultima lezione del corso da una commissione multidisciplinare Università degli Studi di Genova e ASL2; davanti alla commissione hanno presentato i loro progetti Desirèe, Davide, Ludovica, e poi Cecilia, Camilla, Nicola ed Emma.

I progetti multimediali ritenuti più efficaci saranno presi in considerazione da ASL2 per una loro diffusione su canali intra ed extra aziendali. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.