IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Roghi sul litorale, il monito di Aisa Savona: “Non trasformiamo le spiagge in inceneritori”

"Bruciare direttamente in spiaggia è pericoloso e dannoso sia per l'ambiente che per la salute dei cittadini"

Provincia. Le mareggiate hanno accumulato sui litorali grandi quantità di legna e, a seguito di un Decreto Regionale, in alcune località si pensa di smaltirla bruciandola direttamente sulle spiagge.

“Questo sistema è però pericoloso e dannoso sia per l’ambiente che per la salute dei cittadini, – denuncia Aisa (Associazione Italiana Sicurezza Ambientale) di Savona. – Il legname spiaggiato è sempre frammisto a rifiuti, in gran parte plastiche e gomme, la cui combustione genera sostanze estremamente tossiche. E’ vero che le disposizioni regionali prevedono l’obbligo di separare il materiale ligneo dai rifiuti, ma farlo in modo soddisfacente è estremamente difficile, a causa della presenza di numerosissimi frammenti di plastica di dimensioni minuscole, tali da sfuggire anche a persone coscienziose e volenterose”.

“Ad ogni modo, anche se si riuscisse a separare il legno dai rifiuti in modo perfetto, si inquinerebbe comunque. Studi scientifici dimostrano che la combustione del legname spiaggiato emette sempre notevoli quantità di diossine, benzene, polveri sottili, benzoapirene. Sostanze cancerogene per l’uomo anche a bassissime concentrazioni, e che tendono ad accumularsi nell’ambiente”.

“Cio’ accade per vari motivi: il cloruro di sodio che permea il legname durante la permanenza in mare, l’elevata umidità del legno, che abbassa la temperatura di combustione rendendola incapace di eliminare le sostanze tossiche, ed in generale le condizioni proprie di una spiaggia, che certamente differiscono da quelle di una camera di combustione (inceneritore o stufa)”.

“Queste preoccupazioni sono confermate da autorevoli studiosi, quali il Dottor Federico Valerio dell’Istituto Tumori di Genova, ma anche dall’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che ha dichiarato come bruciare legnami in spiaggia significhi emettere notevoli quantità di sostanze nocive”.

“Per questo AISA, Associazione Italiana Sicurezza Ambientale, ha scritto ai sindaci dei comuni rivieraschi, chiedendo di evitare nel modo piu’ assoluto i righi sulle spiagge, e consigliando altre modalità di smaltimento. La qualità dell’aria della Riviera è fondamentale per la salute dei cittadini residenti, ma è anche un valore inestimabile per il turismo. Sono moltissime, infatti, le persone che vengono in Riviera dalle regioni padane per sfuggire allo smog di quelle zone e godere della proverbiale bontà dell’acqua di mare. Non trasformiamo la Rivera in un enorme inceneritore fuori controllo”, hanno concluso da Aisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cestel

    Spettabile Hood, AISA non ha chiesto di portare il legname in discarica! Ma di smaltirlo correttamente, con vari metodi (dal recupero dei tronchi per bruciarli in forni appositi a temperature elevate che consentono di non emettere diossine, alla creazione cippato, inerti e compost). Ad ogni modo il suo commento è del tutto opinabile. Cosa costano le cure per il cancro? Si faccia un giro in oncologia pediatrica, poi capirà se conviene risparmia sulla salute…

  2. Scritto da hood

    solo per Albissola Marina lo smaltimento in discarica costerebbe 100.000 euro senza contare i costi di raccolta e trasporto…

    1. Scritto da cestel

      Dire che “costa ” smaltire non ha alcun senso, se la soluzione proposta è bruciare tutto emettendo gas cancerogeni! quanto costano le cure (spesso inutili) per i tumori?
      Cio’detto, esiste il modo di recuperare la legna segna bruciare tutto! In modo economico ed ecologico si puo’risolvere il problema

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.