IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, convenzione con l’associazione Italiana Sommelier per la promozione dei vini liguri

I prodotti enogastronomici/culturali dei singoli territori come attrattiva turistica

Più informazioni su

Liguria. È stato approvato dalla Giunta regionale lo schema di convenzione tra Regione Liguria e Associazione Italiana Sommelier AIS per la valorizzazione delle tipicità locali e del brand Liguria attraverso la promozione della cultura vitivinicola in abbinamento ai prodotti agroalimentari.

Regione e AIS Liguria intendono congiuntamente sviluppare iniziative e opportunità di collaborazione volte al miglioramento dell’offerta turistica, attraverso la realizzazione di azioni promozionali, educational, attività di formazione, didattica, incontri e orientamento degli operatori del settore, in piena coerenza con le rispettive finalità istituzionali per: il raggiungimento di obiettivi comuni al servizio del cittadino e del turista; valorizzare le reciproche capacità ideative e progettuali e rafforzare la capacità di comunicare e promuovere i prodotti enogastronomici/culturali dei singoli territori; la creazione di un reale “sistema a rete” territoriale che, nel rispetto delle competenze e della reciproca autonomia gestionale, preveda la condivisione e lo scambio di procedure, informazioni e attività promozionali volte a valorizzare l’enogastronomia della Regione.

La convezione, pertanto, ha per oggetto la definizione di strategie comuni per la realizzazione di azioni di promozione e comunicazione in ambito turistico enogastronomico della Regione Liguria, la realizzazione di azioni finalizzate a incentivare gli operatori a potenziare l’utilizzo di prodotti regionali, a qualificare l’offerta e a puntare sull’innovazione e le competenze in linea con le dinamiche del mercato, a collaborare ad ogni altra iniziativa che rientri e risponda alle finalità della Convenzione stessa.
Per il perseguimento di questi obiettivi, alla Convenzione quadro potranno seguire specifici “accordi attuativi” in cui verranno descritti gli aspetti di dettaglio dei singoli progetti/attività su cui le parti lavoreranno.

La convenzione avrà una durata di cinque anni decorrenti dalla data di sottoscrizione e potrà essere prorogata o rinnovata mediante l’adozione di un apposito provvedimento formale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.