IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promozione; gol, emozioni e pioggia di espulsioni al Levratto: Cosentino è l’eroe, la Veloce fa 1-1 al 93’ risultati

Partita incredibile a Zinola con il Legino in vantaggio per quasi tutta la gara, ripreso solo all’ultimo respiro da un colpo di testa in mischia del numero 5 dei mai domi padroni di casa

Savona. Oggi allo stadio Felice Levratto di Zinola va in scena la dodicesima giornata del campionato di Promozione (Girone A). Si torna quindi in campo dopo lo stop del weekend scorso, causato dalla violenta bomba d’acqua abbattutasi contro la nostra provincia. Le protagoniste del match odierno sono la Veloce e il Legino, due formazioni alla ricerca di una vittoria che manca ormai da troppo tempo. I granata non vincono infatti dal 3 novembre, mentre gli ospiti addirittura dal 27 ottobre. Esistono quindi i presupposti per assistere ad un match scoppiettante, con entrambe le squadre che cercheranno a tutti i costi di ottenere i tre punti.

Per raggiungere l’obiettivo, i padroni di casa schierano con Cerone, Incorvaia, Barranca, Guerra (cap.), Cosentino, Pasquino, Rapetti, Giusto, Calcagno, Leone e Colombino

In panchina mister Gerundo fa accomodare Binello, Bruzzone, Penna, Franceri, Grasso, Recagno, Zuloaga, Pellegrini e Fanelli

Mister Caprio invece risponde con Bresciani, Osman, Semperboni, Balbi, Schirru, Garzoglio, Scarfò, Avanzi, Romeo (cap.), Salis e Tobia

Pronti a subentrare ci sono Maruca, Bertora, Amato, Brondo, Dorigo, Boccardo, Perria, Rinaldi e Girgenti

La terna arbitrale designata per la partita è di Imperia: arbitra il signor Martin Virgilio, mentre i suoi assistenti sono Fabrizio Ferlito e Simone Colella.

Il direttore di gara alle 15 precise fischia il calcio d’inizio.

Entrambe le squadre si dimostrano subito aggressive, provando ad impensierire le difese avversarie

Al 5’ la Veloce trova la rete del vantaggio in mischia, ma l’arbitro imperiese non ha dubbi: il gol va annullato per un fallo subito dall’estremo difensore del Legino

Al 9’ sono ancora gli uomini di Gerundo i più pericolosi, con Calcagno che viene steso dai difensori per evitare guai: punizione per i granata. Guerra la calcia nel mucchio, ma la difesa ospite risponde presente

Al 12’ ancora Veloce protagonista, con Giusto che nuovamente da calcio di punizione crea apprensione alla retroguardia avversaria: Bresciani allontana, Guerra calcia, ma il suo tiro termina a lato

Al 16’ grande occasione per il Legino! Avanzi si presenta a tu per tu con Cerone che, con un super intervento, gli nega la gioia del gol

Al 17’ sugli sviluppi del calcio d’angolo nato da quell’azione si crea una mischia in area, che l’arbitro interrompe indicando il dischetto: penalty per il Legino

Al 18’ ecco il vantaggio degli ospiti. Romeo si presenta sul dischetto e, con un tiro angolato, batte il portiere dei locali: 0-1 Legino!

Al 21’ torna a suonare la carica la Veloce, colpita nel suo momento migliore: Salis ci prova dalla distanza, ma la sua conclusione termina larga

Al 26’ i padroni di casa ci provano con la sassata dalla distanza di Rapetti, ma il tiro termina poco sopra l’incrocio dei pali

Al 30’ ancora Veloce protagonista, con Rapetti che, di testa, riesce ad impensierire ancora una volta Bresciani, ma la palla termina fuori

Al 33’ torna a farsi vedere il Legino, con Tobia che da fuori sfiora il palo alla sinistra di Cerone

Al 37’ ancora ospiti all’arrembaggio con Romeo, il quale imbecca un suo compagno di squadra che cade in area di rigore: per l’arbitro non c’è nulla, si prosegue

Al 42’ ecco il colpo di scena: Barranca colpisce Balbi dopo un fischio arbitrale (contro) e si accende una mischia. Al termine di essa, i due protagonisti dell’episodio vengono spediti dal direttore di gara sotto la doccia. Squadre in 10 uomini!

Al 44’ Caprio sostituisce un dolorante Romeo e manda in campo il numero 15 Brondo

Questo è l’ultimo atto di uno scoppiettante primo tempo, che termina 0-1 per il Legino.

Inizia ora la seconda frazione (16:03). I mister presentano gli stessi giocatori che hanno iniziato la partita. L’unica variazione è rappresentata dalla sostituzione di Romeo per lasciare spazio a Brondo. Ricordo inoltre che entrambe le formazioni affronteranno i restanti 45′ in 10.

Al 1’ subito occasione per la Veloce, con il Legino che rischia di farsi autorete: un attento Bresciani evita il peggio

Al 6’ mister Gerundo manda in campo Perria al posto di Calcagno

All’8’ proprio Perria ci prova direttamente con una punizione, ma la palla termina fuori

Al 10’ ancora granata pericolosi, con Colombino che non riesce a sorprendere l’attento estremo difensore ospite

Al 15’ arriva una sostituzione ancora tra le fila dei locali, con Fanelli che subentra a Rapetti

Al 17’ è il Legino a rendersi pericoloso, con un buon cross da calcio d’angolo che mette in grande difficoltà Cerone. La palla sembra essere entrata, ma l’arbitro annulla la rete per fallo sul portiere

Al 22’ Caprio manda in campo Bertora e chiama in panchina Avanzi

Al 27’ proprio il nuovo entrato compie un fallo e si accende un’altra rissa. Ancora una volta prevale la linea dura dell’arbitro, che espelle sia Guerra che proprio Bertora: 9 contro 9 incredibile!

Al 29’ ci prova Legne dalla distanza, ma Bresciani risponde presente

Al 31’ Gerundo opera un’altra sostituzione: dentro Recagno e fuori Legne

Al 34’ proprio il nuovo entrato ci prova da calcio di punizione, ma la palla fornisce solo l’illusione ottica del gol. Punteggio ancora sullo 0-1

Al 36’ ancora un’espulsione: i padroni di casa rimangono in 8 a causa dell’allontanamento dal campo di Calcagno (doppia ammonizione in pochi secondi)

Al 39’ ci prova Recagno, ma la sua conclusione esce di pochissimo

Al 42’ un tiro incredibile di Scarfò dalla distanza rischia di sorprendere Cerone, ma la conclusione sfiora soltanto l’incrocio

Al 44’ calcia nuovamente Recagno, ma la difesa avversaria respinge

L’arbitro assegna 3 minuti di recupero

Al 48’, all’ultimo respiro, arriva il clamoroso pareggio della Veloce: Bresciani respinge una bordata da fuori, ma il pallone si impenna e arriva la rete di Cosentino. 1-1 il risultato!

Termina così proprio 1-1 una partita incredibile, che ha regalato grandi emozioni al buon numero di tifosi presenti sugli spalti. Fa festa la squadra di Gerundo, che in inferiorità numerica è riuscita a riprendere una partita che sembrava ormai persa. Si leccano le ferite invece gli ospiti, che per larghi tratti di gara hanno sognato il colpaccio. Un punto che probabilmente non fa felice nessuno, ma galvanizza i granata per il modo nel quale è arrivato. In classifica non cambia quasi nulla, con entrambe le formazioni che mantengono le posizioni invariate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.