IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promozione: Varazze Don Bosco ancora vittorioso; la decide Rampini, 1-0 e Legino al tappeto risultati

Dopo un primo tempo privo di emozioni le due squadre danno spettacolo nella ripresa, con gli ospiti beffati all’86’ dal numero 3 dei locali

Celle Ligure. Oggi allo stadio Olmo-Ferro di Celle Ligure va in scena la quattordicesima giornata del Campionato di Promozione (Girone A). Le protagoniste della sfida odierna sono Varazze e Legino, due squadre con obiettivi diversi, ma entrambe determinate e alla ricerca della vittoria. I padroni di casa devono infatti continuare la striscia positiva per mantenere la testa della classifica (attualmente condivisa con il Taggia, che ha però una partita da recuperare). Gli ospiti invece sono alla disperata ricerca dei tre punti, che non arrivano addirittura dalla settima giornata. Vincere per gli uomini di Girgenti significherebbe anche uscire dalla zona playout, posizione dove sono naufragati la scorsa giornata. Ci sono quindi tutti i presupposti per assistere ad una partita frizzante e ricca di spettacolo.

Per far gioire i numerosi tifosi accorsi allo stadio, mister Calcagno manda in campo Ferro, Crocilla, Rampini (cap.), Kepi, Ghigliazza, Tagliabue, Saporito, Gagliardi, Angella, Greco e Piccardo 

A disposizione ci sono Bruzzone, Bisio, Olivieri, Cozzi, Baroni, Garetto, Scala, Perrone e Fazio

Per tentare lo sgambetto gli ospiti si presentano con Bresciani, Osman, Semperboni (cap.), Vignale, Schirru, Garzoglio, Amato, Avanzi, Pili, Salis e Tobia

In panchina si accomodano Maruca, Cargenti, Bertora, Fabbiani, Rinaldi, Perria e Boemi

Il direttore di gara è il signor Fagiolino della sezione di Imperia, coadiuvato da Ghio e Trajanovski della sezione di Novi Ligure.

Alle 15:03 arriva il fischio d’inizio, con il Legino che prova subito ad impensierire la retroguardia varazzina.

Al 1’ arriva già un’occasione proprio per gli ospiti, con Semperboni che calcia una splendida punizione sfiorando l’incrocio del pali

Al 5’ si fa vedere in avanti anche il Varazze con Saporito che, dopo essersi liberato dell’avversario, prova a calciare, ma la sua conclusione viene ribattuta

All’11’ i padroni di casa iniziano ad aumentare il ritmo e liberano Gagliardi per la botta da fuori, ma Bresciani risponde presente

Al 15’ è ancora la squadra di Calcagno a rendersi pericolosa: un buon traversone viene deviato malamente da un difensore del Legino, con il pallone che termina sopra la traversa di pochissimo

Al 23’, dopo una fase priva di sussulti, è ancora il Varazze a farsi vedere in avanti con la potente conclusione dalla distanza di Kepi. Bresciani però blocca senza problemi

Al 28’ sono ancora i padroni di casa a costruire ottime trame. Una di esse termina con Saporito steso in area di rigore, ma nonostante le proteste dei giocatori e del pubblico il direttore di gara lascia correre

Gli ultimi 15’ della partita vengono contraddistinti da molti errori, con molti contrasti e diversi falli commessi da entrambe le squadre. Una cosa è certa, oggi le protagoniste indiscusse sono le difese

Termina così 0-0 un primo tempo che non è riuscito a rispettare le attese, con un attento Legino capace di neutralizzare quasi totalmente i costanti tentativi offensivi dei varazzini. I padroni di casa sembrano però essere meno coriacei del solito, un altro dei motivi che giustifica le reti bianche.

Inizia alle 16:04 la seconda frazione, con i due allenatori che decidono confermare gli stessi 11 scesi in campo nei primi 45’.

Al 2’ è ancora la formazione di Calcagno a cercare la rete, con le conclusioni di Crocilla prima e Piccardo poi prontamente respinte dall’estremo difensore avversario

Al 5’ tornano in avanti anche gli ospiti, con Tobia che dalla distanza impegna un attento Ferro

Al 6’ arriva la prima sostituzione del match: i locali mandano in campo Fabio Baroni al posto di un inesistente Greco

All’8’ è ancora il Legino a rendersi pericoloso, con Pili che costringe l’estremo difensore avversario al grande intervento

Si è stappata la partita all’Olmo-Ferro!

Al 10’ i locali tornano pericolosi, ma Bresciani si dimostra nuovamente impeccabile

All’11’ arriva un altro cambio per il Varazze, con Piccardo che lascia il posto a Scala

Al 14’ occasione colossale per i padroni di casa! Gagliardi si presenta (dopo essere stato smarcato da un ottimo filtrante) a tu per tu con Bresciani e calcia, ma il portiere avversario compie un intervento eroico respingendo la conclusione ravvicinata: che brivido!

Al 19’ Calcagno sostituisce uno spento Angella e manda sul terreno di gioco il numero 19 Perrone

Al 20’ anche Girgenti decide di operare una sostituzione: entra Cargenti ed esce Amato

Al 22’ incredibile occasione per il Legino! Pili in contropiede semina il panico nella retroguardia varazzina e lascia partire un tiro potente. Ferro però riesce a respingere con un ottimo intervento

Al 25’ ecco un altro brivido: Tagliabue prova a risolvere una mischia con un’ottima conclusione, che termina di poco alta

Al 30’ Fabio Baroni ci prova con una punizione, ma il solito Bresciani blocca

Al 32’ mister Calcagno tenta di sbloccare la situazione con un cambio: dentro Fazio al posto di Gagliardi

Al 38’, al termine di un’azione convulsa, l’arbitro si confronta con il guardalinee e decide di mandare Crocilla sotto la doccia: Varazze in 10!

Al 39’ mister Girgenti prova a vincerla mandando in campo Bertora al posto di Tobia

Al 41’ però sono i padroni di casa a gioire. Un pallone vagante arriva a Rampini che prima scarta un difensore e poi deposita con un ottimo diagonale la palla in rete: delirio all’Olmo-Ferro, 1-0 Varazze!

Al 44’ gli uomini di Calcagno si rendono ancora pericolosi in contropiede con Perrone, che però ricorda al pubblico di essere destro calciando malissimo con il mancino

L’arbitro comanda 5 minuti di recupero

Durante essi gli ospiti attaccano alla ricerca del pareggio, ma la retroguardia varazzina fa buona guardia e mantiene la porta inviolata

Termina così 1-0 una partita a due facce: soporifera nel primo tempo, estremamente elettrizzante nella seconda frazione. Può ritenersi soddisfatto il Varazze, formazione che ancora una volta ha dimostrato di non smettere mai di crederci, buffando il cuore oltre l’ostacolo. Continua invece il momento nero del Legino, che non vince ormai da quasi due mesi. La prestazione degli uomini di Girgenti è stata comunque buona nonostante la sconfitta, quindi l’impressione è quella che, giocando così, i savonesi possano ritrovare la vittoria. I varazzini possono invece festeggiare anche per il passo falso del Taggia, che li proietta al primo posto proprio a +2 sugli armesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.