Chiusura

Pietra, colpo di scena da Gino e Piero: l’ex salone di barbiere diventa un sexy shop fotogallery

Ma è solo uno scherzo di Pulp in Valmaremola

Pietra Ligure. Vanno in pensione Luigi Macarro (Gino) e Pietro Calcagno (Piero) e, con loro, chiude i battenti la storica attività di parrucchiere-barberia che da più di quarant’anni è stato punto di riferimento per generazioni e generazioni di pietresi.

Fedeli nel tempo, molti pietresi e non, si sono affidati alle sapienti mani di Gino e di Piero, uno dei sodalizi più riusciti della storia delle attività commerciali pietresi. Un’accoppiata vincente e duratura che per 43 anni ha dato anima e corpo a questa attività che con il tempo è diventata una vera e propria “istituzione”, punto d’incontro e ritrovo per clienti e amici, che tra un taglio di capelli e l’altro si sono scambiati chiacchiere, sorrisi, pensieri sulla vita, battute scherzose in un ambiente piacevole e amicale.

Quella di Gino e Piero è una coppia inossidabile, che, oltre ad aver segnato un’epoca, ha rappresentato una delle parentesi più riuscite della storia delle attività commerciali pietresi.

Pietra, chiude “Gino e Piero”: la città si prepara a salutare uno dei sodalizi più amati

Tutto nacque quando, Macarro Caio, nonno paterno di Gino, comprò i muri dell’attuale attività nel lontano 1939 – nella domenica di Pasqua – e proprio in via Matteotti aprì la prima barberia. Un mestiere, preso poi in mano dal padre di Gino: “Oggi sono passati esattamente 80 anni e 8 mesi – racconta con un po’ di magone Gino – sono entrato qui dentro dopo la terza media, il 2 gennaio del 1969. Avevo 13 anni e da allora non me ne sono mai più andato”.

In seguito, l’11 gennaio del 1977 le strade di Piero e Gino si sono incontrate e non si sono mai più separate: “Inizialmente io lavoravo da solo con mio padre, mentre Piero lavorava dove attualmente c’è la profumeria Gianni – spiega Gino – un giorno mio padre e il datore di lavoro di Piero, Gianni Pastorino, si sono parlati. Mio padre andava in pensione e Gianni stava chiudendo e così, pensando a me e a Piero, ci hanno proposto di lavorare insieme unendo le due clientele”.

Pietra, chiude “Gino e Piero”: la città si prepara a salutare uno dei sodalizi più amati

Affezionato cliente, anche il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi che commenta: “E’ dal 1965 che, ininterrottamente, mi taglio i capelli da Piero, prima con Gianni Pastorino e poi con Gino. Con oggi chiude certamente una storica attività commerciale pietrese ma, a giudicare dalla lunga ‘fila’ di clienti ancora oggi in paziente attesa del loro turno e dai tantissimi che hanno voluto ‘immortalare’ l’ultimo taglio, si chiude nel modo migliore e con il raggiungimento di un bel traguardo, tagliato con la stima e l’amicizia di tutti”.

“Penso che questo sia un gran bel riconoscimento, sia professionale che personale, e tutto meritato – continua il primo cittadino pietrese – Oggi si chiude, senz’altro con un velo di nostalgia, una pagina ricca di ‘storie’ e di lavoro, ma che lascia tanti bei ricordi”.

Pietra, chiude “Gino e Piero”: la città si prepara a salutare uno dei sodalizi più amati

“A Gino e Piero l’augurio di godersi la meritatissima pensione e da tutti, pietresi, non pietresi e vacanzieri, un grande ringraziamento per essere stati, per tanti anni, una presenza ‘amica’” conclude De Vincenzi, non l’unico con il magone.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.