IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Niente parcheggio il venerdì sera? No problem, ci sono i posteggi per disabili fotogallery

La segnalazione di un lettore: "Il posto c'era al piano di sotto, ma evidentemente è un malcostume"

Più informazioni su

Savona. Venerdì sera, darsena di Savona. Ore 20.21. Il parcheggio dell’Arsenale è abbastanza popolato (in zona ci sono eventi, cene, compleanni) ma, fortunatamente, non pieno. C’è posto al piano sotterraneo. Che fatica, però, scendere di sotto. Vuoi mettere la praticità di un bel parcheggio per disabili proprio vicino all’uscita?

Dev’essere stato il pensiero di almeno cinque savonesi che, ieri sera, hanno deciso di lasciare le loro auto negli stalli gialli pur non avendone titolo. In barba alla normativa, certo, ma soprattutto alle più elementari norme di civile convivenza e di rispetto verso chi è meno fortunato.

A segnalarlo a IVG è un lettore che, colpito dall’episodio, ha fotografato e scritto alla redazione. “Al piano terreno ci sono otto parcheggi per disabili, e sono tutti occupati. Ho controllato: soltanto tre auto espongono il tagliando, tutte le altre non lo hanno”. Scorrendo le foto qui sopra si nota che alcune sono utilitarie, altre berline già di un certo livello. A riprova, forse, del fatto che la maleducazione non ha età né ceto sociale.

Ieri sera la zona della Darsena era abbastanza frequentata: ai consueti avventori dei locali si aggiungevano alcuni eventi di richiamo. Nulla, però, di paragonabile alla “movida” estiva. E infatti i posti, ci spiega l’autore delle foto, c’erano eccome. Al piano di sotto però. “Forse scendere come ho fatto io costava troppa fatica – scrive il lettore, che specifica di non essere disabile – evidentemente è un malcostume, oppure solo pigrizia“.

Proprio oggi a Cairo Montenotte ha preso il via l’iniziativa “Vuol il mio posto? Prendi anche la mia disabilità”, con l’apposizione di 20 cartelli proprio per sensibilizzare gli automobilisti. Un messaggio che evidentemente ci sarebbe bisogno di veicolare anche a Savona. “Quello che non capisco è come sia possibile che non ci sia alcun controllo – conclude il lettore – In fondo si tratta di un parcheggio pubblico”. Un’accusa per la verità un po’ ingenerosa, quest’ultima, visto il numero esiguo di agenti in forza al comando savonese e alla quantità di compiti che devono svolgere. In fondo non dovrebbe nemmeno esserci bisogno di quei controlli, basterebbe un po’ di senso civico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.