IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il conto alla rovescia è terminato: a Savona è tutto pronto per la presentazione di Costa Smeralda fotogallery

Vedrà la presenza di giornalisti accreditati provenienti da tutta Italia e da diversi paesi del mondo

Più informazioni su

Savona. L’attesa è finita ed il conto alla rovescia per quello che è a tutti gli effetti un evento di “caratura internazionale” è finita. Domani, venerdì 20 dicembre, si terrà la presentazione ufficiale di Costa Smeralda, la nuova ammiraglia della compagnia con il fumaiolo giallo, in programma per venerdì 20 dicembre.

Dopo i due rinvii dei mesi scorsi, l’attesa per lo “svelamento” della nave è salita alle stelle: grande è la curiosità di vedere da vicino la nuova ammiraglia alimentata a LNG, caratteristica che le è valsa il titolo di “nave più pulita” tra quelle che fanno scalo nel Mediterraneo secondo l’annuale classifica redatta dall’associazione tedesca Nabu sull’industria crocieristica. L’associazione ha attribuito a Smeralda il punteggio massimo, ossia “quattro stelle su quattro” alla voce “Air Pollution”.

Il giorno dopo la presentazione, cioè giovedì 21 dicembre, prenderà il via la prima crociera di Costa Smeralda. L’itinerario, che si ripeterà sino al 16 maggio 2020, toccherà Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Civitavecchia (giovedì) e La Spezia (venerdì).

L’inaugurazione di Costa Smeralda arriva ad una settimana di distanza dall’inaugurazione della piattaforma Maersk: il mese di dicembre, dunque, proietterà Savona ai vertici del mondo dello shipping e della nautica mondiale. La presentazione della nave, in particolare, sarà per tutta la città un’importantissima vetrina.

Giusto qualche giorno fa la nuovissima ammiraglia di Costa Crociere, uscita dal cantiere di Turku lo scorso 6 dicembre, ha effettuato il suo primo rifornimento di gas naturale liquefatto nel porto di Barcellona, in Spagna. Questo tipo di rifornimento, nel settore delle navi da crociera, è una vera e propria innovazione.

La Smeralda ha riempito i suoi serbatoi con 3.200 metri cubi di LNG. Sono tre i serbatoi, di cui due hanno una lunghezza di circa 35 metri, un diametro di 8 metri e un volume di capacità di circa 1.525 cubi ciascuno. Un terzo serbatoio, con un diametro di 5 metri, è lungo 28 metri e ha un volume di capacità di circa 520 metri cubi. Tutti e tre sono costruiti con speciali acciai detti “criogenici”, sono rivestiti con particolari materiali isolanti e collocati in appositi spazi protetti. Il rifornimento completo di LNG, che verrà effettuato sempre a Barcellona anche quando la nave inizierà il suo ciclo regolare di crociere, permette a Costa Smeralda di operare in autonomia per almeno due settimane.

LNG è in grado di garantire basso impatto ambientale e un significativo miglioramento della qualità dell’aria. Permette infatti di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo (zero emissioni) e particolato (riduzione del 95-100%), riducendo significativamente anche le emissioni di ossido di azoto (riduzione diretta dell’85%) e di CO2(riduzione sino al 20%). Il gruppo Costa è stato il primo in assoluto ad adottare questa innovazione sostenibile, e conta di costruire cinque nuove navi a LNG che entreranno in servizio entro il 2023, destinate a ridurre l’impatto dell’intera flotta in maniera rilevante.

A fine novembre scorso la nuova nave ha superato con successo le prove tecniche in mare effettuate con alimentazione a gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più “pulito” al mondo che rappresenta una vera e propria novità nel settore delle crociere. Costa Smeralda è infatti la seconda nave da crociera al mondo, dopo AIDAnova, che fa parte anch’essa della flotta del Gruppo Costa, ad utilizzare, sia in porto sia in navigazione, questo combustibile in grado di garantire un basso impatto ambientale: “L’LNG permette di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo e particolato, e di ridurre significativamente le emissioni di ossido di azoto e di CO2” comunicano gli esperti”.

costa smeralda

Nel corso delle prove in mare, iniziate sabato 16 novembre, la nave ha eseguito una serie di test per la verifica del corretto funzionamento di impianti, apparecchiature e dei motori con propulsione a LNG: “L’alimentazione a LNG applicata alle navi da crociera è un’innovazione in cui abbiamo creduto per primi già cinque anni fa, quando abbiamo ordinato Costa Smeralda, tracciando la rotta nel settore, seguita poi anche da altre compagnie. Si tratta di una tecnologia sicura e affidabile, che rappresenta al momento la soluzione più efficace e concretamente realizzabile per garantire una riduzione significativa dell’impatto ambientale delle navi da crociera in porto e in navigazione”, aveva dichiarato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere.

Una volta terminate le prove la nave è rientrata nel cantiere Meyer di Turku, Finlandia, per completare l’allestimento degli interni.

“La grande novità dell’alimentazione a gas naturale liquefatto si aggiunge ad altre innovazioni sul piano tecnologico, studiate per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale della nave, destinate a fare di Costa Smeralda una vera e propria ‘smart city’ itinerante. La nave sarà infatti in grado di produrre il fabbisogno giornaliero di acqua trasformando direttamente quella del mare e minimizzerà il consumo energetico grazie all’utilizzo di luci a LED, al recupero del calore prodotto dai motori, alla particolare forma dello scafo disegnata per ridurre sensibilmente l’attrito con l’acqua e ad ascensori di nuova generazione, progettati per recuperare l’energia in esercizio attraverso la reimmissione nel sistema elettrico” comunicano da Costa Crociere.

“Costa Smeralda rappresenterà la sintesi dell’impegno coerente alla riduzione della plastica monouso, tema centrale per la compagnia da circa vent’anni. Eliminata per la maggior parte degli utilizzi nel contesto della ristorazione e dell’hotel e sostituita con materiali alternativi e innovativi, la plastica verrà progressivamente ridotta anticipando gli obiettivi della Direttiva Europea”.

“Il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio, saranno parte di un approccio integrato, finalizzato alla concretizzazione di progetti di economia circolare. Anche sulla nuova ammiraglia verrà dedicata grande attenzione al tema del cibo, con il programma 4GOOFOOD dedicato alla riduzione degli sprechi alimentari e al recupero delle eccedenze per fini sociali, con la novità del Ristorante LAB-Laboratorio del Gusto, per coinvolgere gli ospiti in maniera divertente nell’ambito della sostenibilità alimentare”.

costa smeralda

L’aspetto della nuova nave è stato svelato ai primi di ottobre in un video pubblicato su YouTube. Si parte dal “Colosseo” che ridefinisce l’assetto del classico teatro presente a bordo di tutte le navi da crociera facendo guadagnare nuovi spazi e maggiore luce. Grazie a ciò si potrà assistere, oltre agli spettacolo tradizionali, anche a show acrobatici. Tutto ciò in un contesto in cui enormi schermi a led coinvolgeranno lo spettatore in maniera del tutto inedita.

La nuova “Piazza di Spagna” situata nella poppa della nave, la prima alimentata a Gnl, permetterà di vivere gli spettacoli all’aperto, cosa ad oggi impossibile sulle navi di precedente generazione. Ci sarà poi anche una passerella trasparente che permetterà quasi di “volare” sul mare.

Il “made in Italy” sarà il fil rouge della nave: dalla cucina ai nomi dei ponti, dagli spettacoli al design per finire con l’apertura di un vero e proprio museo dove saranno esposti i pezzi più iconici dello stile italiano.

Il teatro “Sanremo” avrà doppia vita: di giorno luogo di spettacoli e di notte discoteca di bordo. Uno degli spazi più vissuti, le piscine, saranno a tema con le classiche spiagge italiane.

Ci sarà poi una vera novità per le navi Costa, ovvero un nuovo spazio dedicato ai bambini sotto i tre anni aperto tutto il giorno.

Tantissime saranno poi le soluzioni sul fronte del “food & beverage” con ristoranti, bistrot, pizzerie e cucine etniche, fino alla possibilità di cucinare con gli chef della nave. I bar a bordo saranno 19 tra cui lo “Spriz Bar”, lo spazio bollicine fino alla Terrazza Superba dove poter osservare la scia della nave in un contesto esclusivo.

Massima cura è stata data anche alle cabine, il cui design è stato curato nei minimi dettagli da parte di famosi studi di design italiani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.