IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos autostrade, serpentone di auto da Pra’ fino a Savona. L’assessore Berrino: “Inaccettabile, pedaggi gratis”

Pesanti disagi per autotrasportatori, comparto turistico e pendolari autostradali

Regione. “Visto che la Liguria sta pagando colpe non sue, visto che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti non ha ancora convocato il tavolo più volte richiesto per l’organizzazione e programmazione dei cantieri, visto che i liguri e i turisti hanno diritto alla sicurezza ma anche alla mobilità, chiediamo la gratuità dei pedaggi sull’intera tratta ligure”

Così l’assessore alla Tutela dei Consumatori e alla Promozione Turistica Gianni Berrino commenta il venerdì da incubo per automobilisti e autotrasportatori danneggiati dalle code di decine di chilometri formatesi in queste ore su tutta la rete autostradale ligure.

Inoltre, è indispensabile la razionalizzazione dei cantieri con turni di lavoro sulle 24 ore” aggiunge, per limitare i disagi in queste festività natalizie.

“Autotrasportatori, comparto turistico e pendolari autostradali non possono subire questa situazione e questa presa in giro”, conclude l’assessore. 

E anche oggi pomeriggio è proseguita la situazione di caos:  in quello che si preannuncia l’inizio di un weekend di fuoco nei giorni prima di Capodanno. A ore dovrebbe arrivare un responso su eventuali ulteriori esenzioni dai pedaggi oltre a quelle già attive (l’ultima decisa, sulla A26 nel tratto Ovada-Masone e viceversa). L’argomento è stato oggetto del cda di Autostrade convocato per stamattina.

Molto grave la situazione sull’autostrada A10, dove si è formato un unico serpentone di veicoli dal casello di Pra’ fino a Savona, con l’eccezione di alcuni tratti dove il traffico scorre a singhiozzo. Nel primo pomeriggio si sono sfiorati i 18 chilometri di coda sulla A26 a partire da Masone, ora il traffico è stato parzialmente smaltito e i chilometri di incolonnamento si sono ridotti a 6. Le ripercussioni si estendono anche alle strade provinciali e statali: traffico molto forte sul Turchino a scendere e lungo l’Aurelia a partire da Pegli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.