IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autoscuole chiuse, la precisazioni dei titolari: “Solo un problema burocratico, il provvedimento sarà presto revocato”

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dell'avvocato Frederic Marie Lettera, che assiste i titolari delle agenzie

Più informazioni su

Loano/Ceriale/Pietra Ligure. In merito alla notizia della chiusura di tre scuole guida a Loano, Ceriale e Pietra Ligure da parte della polizia stradale di Savona, riceviamo e pubblichiamo la comunicazione giunta alla nostra redazione dall’avvocato Frederic Marie Lettera, che assiste Rosanna Marziano, legale rappresentate della Autoscuola Marziano Sas.

“Sono sconcertato dai toni e dai contenuti usati nell’articolo pubblicato da Ivg.it, (a seguito del comunicato stampa della Polizia Stradale di Savona) i quali ledono l’immagine della signora Rosanna Marziano e della società di cui è la legale rappresentante. Il titolo dell’articolo è del tutto fuorviante ed assolutamente falso. Il provvedimento di sospensione della licenza emanato dalla Provincia di Savona riguarda solamente una problematica burocratica, che è già stata risolta; anzi in queste ore, la mia assistita è in attesa della revoca del provvedimento. Confida, nei prossimi giorni di avere tutte le autorizzazioni previste dalla normativa e di riaprire le agenzie al pubblico nel più breve tempo possibile”.
“Preme specificare in questa sede, che la mia assistita non è indagata, né imputata in nessun procedimento penale, nè tantomeno accusata di rilasciare patenti false. La vicenda trae origine da un indagine del 2016 che ha riguardato un ex socio, che è bene sottolineare, non fa più parte dell’Autoscuola Marziano. L’autoscuola da me assistita non è assolutamente coinvolta nelle vicenda, dalla quale ha subito un danno di immagine incalcolabile”.
“Specifico che la signora Marziano è totalmente estranea ai fatti ed alle indagini citate. Infine vorrei ricordare, il principio Costituzionale della presunzione d’innocenza, infatti l’ex socio che è stato oggetto dell’indagine è ancora in attesa del processo di primo grado. In quella sede, potrà dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati. Chiediamo perciò una rettifica dell’articolo, che contiene diverse inesattezze e falsità e trae conclusioni del tutto prive di riscontro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.