IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Workshop sulle metodologie dello scouting del Club Italia

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Il Progetto Giovani lanciato dalla LND guarda non solo ai talenti dei campionati dilettantistici, ma anche a chi è chiamato a valutarli durante la stagione. È questo il senso dell’incontro di formazione riservato ai Referenti Tecnici Regionali e agli Osservatori delle Rappresentative Nazionali svoltosi oggi a Roma presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”. Sul tavolo di lavoro le metodologie di scouting e le problematiche che derivano da un’attività così cruciale, sopratutto quando si tratta di dover visionare un numero elevatissimo di partite e calciatori in tutta la penisola.

Relatori del workshop il responsabile dell’area scouting del Club Italia Mauro Sandreani e Nicola Pavarini, nello specifico responsabile dell’area portieri, i quali hanno avuto modo di illustrare le linee guida adottate per le Nazionali FIGC. Tra i due interventi si sono susseguiti quelli dei mister delle selezioni giovanili LND Giuliano Giannichedda (Serie D e Under 18), Calogero Sanfratello (Under 17), Andrea Albanese (Under 16) e Roberto Chiti(Under 15) che, con l’aiuto dei video di gioco, hanno dato le proprie indicazioni sui profili da cercare nei prossimi mesi.

L’evento è stato aperto dal saluto di Cosimo Sibilia: «Questa governance crede molto nell’attività giovanile e lo ha dimostrato investendo risorse e ampliando l’area di scouting fino ai 15 anni di età. L’obiettivo è sfruttare la vocazione territoriale della Lega Nazionale Dilettanti per andare a scovare il talento anche nelle piccole province e per offrire ai nostri ragazzi uno sbocco in campo professionistico. Il 30% dei calciatori selezionati in questi anni sono arrivati a coronare questo sogno, significa che allenatori, staff e osservatori stanno lavorando benissimo».

Insieme al presidente LND presenti anche il Coordinatore del Dipartimento Interregionale, nonché capo delegazione della Rappresentativa Serie D, Luigi Barbiero e il capo delegazione dell’Under 16 Alessandro Pica.

Ricordiamo con piacere i buoni risultati ottenuti la scorsa stagione dalle nostre rappresentative nazionali. Dietro questi successi c’è stato un lungo e articolato lavoro fatto di oltre 1200 partite visionate tra ottobre e maggio, stage di pre-selezione e raduni territoriali, amichevoli contro formazioni professionistiche e corsi di aggiornamento per gli osservatori con i responsabili dei settori giovanili dei migliori club d’Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.