IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“When We Were Kids”: spot per Alassio della star Roger Hodgson foto

Durante un concerto a Vienna l'invito a visitare la Città del Muretto

Alassio. “Se qualcuno ancora si chiedesse cosa spinga Giampiero Colli, me, Matilde Tomagnini e tutta la brigata coinvolta nell’ormai celebre “When we were kids” ad impegnarsi da tre anni per questo evento, ciò che è successo a Vienna credo davvero lo chiarisca perfettamente”.

È davvero felice ed orgoglioso Adriano Berrino mentre racconta quello che ha vissuto con i suoi fratelli Pino e Fulvia a Vienna, dove si è recato due giorni or sono per assistere, su suo invito, al concerto di Roger Hodgson nella capitale austriaca. Durante il concerto, infatti, il celebre cantante e autore dei Supertramp recentemente star dell’ultima edizione della kermesse alassina ha sorpreso i tre con uno speciale intermezzo nel quale ha citato la loro presenza tra il pubblico e ha invitato i presenti a visitare Alassio e, se ancora non la conoscessero, a documentarsi sulla sua eccezionalità.

“Sono davvero rimasto stupito per l’omaggio che Roger ha voluto tributare ad Alassio – dice Berrino -: comunicare il suo entusiasmo per la nostra città agli oltre 7000 presenti alla Stadthalle di Vienna è stato davvero un grande regalo per tutti noi. Già il suo invito ci aveva piacevolmente sorpreso ed avevamo accettato con entusiasmo, ma sentire nominare la mia città da un artista di tale vaglia è stato davvero, come dicevo, un gran riconoscimento all’opera di Giampiero e Matilde, oltre che a me e a tutti coloro che ogni anno mettono l’anima in “When we were kids”. E la canzone che ci ha dedicato è stata il suo più grande successo, “The logical song”, mica una qualunque!”.

Nelle tre edizioni trascorse, culminate nell’enorme successo proprio dell’ultima con il leader dei Supertramp come mattatore, la manifestazione è cresciuta fino a diventare un appuntamento che a buon diritto si fregia del titolo di evento clou della stagione turistica ed artistica della Riviera.

“Dopo il concerto abbiamo festeggiato la “reunion” fino a notte fonda con Roger e la band, ricordando con loro i giorni trascorsi insieme nella “loro” Alassio – continua Berrino -, ed è stato splendido notare come, dopo tappe come Parigi, Vancouver, Amsterdam e mille altre, proprio questo piccolo borgo sia rimasto nei loro cuori. Spero questo faccia capire ai miei concittadini quanto siamo fortunati, e come Colli abbia visto giusto con la sua pazza idea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.