IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, consigliere Bianco: “Dubbi su realizzazione e posa del nuovo impianto autovelox”

"Nonostante le richieste di accesso agli atti, depositate congiuntamente presso la Provincia e il Comune di Toirano, non è giunta ancora risposta"

Toirano. “Nella mia qualità di consigliere di minoranza e fermo restando il preminente interesse pubblico della sicurezza delle strade sul nostro territorio, ho da subito maturato dubbi squisitamente tecnici in merito alle modalità di realizzazione e posa in opera del nuovo impianto autovelox, attivato al km 2+600 in direzione mare – monte, dall’ente provinciale di Savona” comunica Roberto Bianco capogruppo di minoranza di “Non solo Centro”.

“Nonostante le richieste di accesso agli atti, depositate congiuntamente presso la Provincia e il Comune di Toirano, ancora nessuna risposta è pervenuta in merito ai quesiti sollevati: la Provincia alla data odierna è silente, mentre il Comune ha rinviato ogni inerente istanza alla prima, adducendone la piena titolarità dell’intervento”.

“Situazione peraltro ulteriormente fumosa, atteso che parte degli interventi di posa parrebbero interessare suolo e infrastrutture comunali: di fatto, a seguito della protocollazione dell’istanza di accesso, la Provincia è intervenuta variando il passaggio dei cablaggi di alimentazione dell’impianto, evidentemente sulla base della documentazione fotografica che è stata da noi allegata in atti” prosegue il consigliere.

“Di fatto, a detta di esponenti dell’ente provinciale con commenti espressi sulla piattaforma Facebook nel Gruppo Toirano, in Comune non risulterebbe neppure presente la documentazione inerente all’impianto, cosa che appare quantomeno singolare in quanto lo stesso insiste in parte sul territorio comunale.

“Come singolare è lo stesso atteggiamento del sindaco in carica a riscontro delle istanze ed interrogazioni poste dai consiglieri di minoranza, Bianco e Mattoscio, oramai anche sui social networks, con il quale il sindaco pare avere un rapporto preferenziale attesa l’importante presenza che dello stesso vi si registra. Presenza che, forse, avrebbe potuto riservare alla sede di esecuzione e posa in opera dell’autovelox: chissà che non sarebbe bastato a evitare una prima esecuzione errata, successivamente corretta non grazie al suo bensì al nostro intervento”.

Conclude Bianco: “Auspichiamo, a questo punto, che il signor sindaco possa opportunamente documentarsi e rispondere nel merito e nel rispetto delle nostre attribuzioni di rappresentanti eletti, non affibbiandoci epiteti quali ‘leoni da tastiera’. Magari, chiarendo altresì se gli aggiustamenti successivi all’opera, ultimati in data 16 novembre ultimo scorso, abbiano perfezionato definitivamente la messa a norma dell’impianto, atteso che non risulta ad oggi possibile capire se i verbali nel frattempo elevati ai contravventori siano giuridicamente validi ovvero suscettibili di impugnative, con connessi ulteriori oneri per gli enti coinvolti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.