IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Rari Nantes Savona si sveglia nell’ultimo tempo: Lazio raggiunta sul pari risultati

I padroni di casa approfittano delle lacune dei liguri e si aggiudicano i primi tre parziali; la reazione da grande squadra arriva solamente negli ultimi otto minuti

Roma. La Rari Nantes Savona, dopo un inizio di campionato difficile sul piano del calendario, va in trasferta a Roma con l’obiettivo di conquistare il secondo successo per rilanciarsi in classifica. L’avversaria di turno è la Lazio, che fino ad ora ha raccolto solamente 3 punti, in casa della Canottieri Napoli.

La cronaca. Il primo tentativo è del centroboa Leporale, Morretti è attento. Nella Lazio c’è l’ex Soro, lo scorso anno al Savona, che si mette subito in mostra con una parata su Vuskovic.

I locali sfruttano al meglio la prima superiorità: palla veloce su Elphick e rapida conclusione che batte Morretti. A 2’08” 1 a 0.

La Rari rimedia subito, dopo soli 40 secondi. Rizzo colpisce il palo; la sfera è ancora nelle mani dei savonesi, uomo in più e Novara dal centro mette in rete. 1 a 1.

Va nel pozzetto Vuskovic; il mancino di Ferrante è bloccato da Morretti. Soro salva ancora la propria porta opponendosi a Piombo.

Fallo grave di Patchaliev, i biancorossi non hanno ben chiaro se l’espulso sia il numero 2 o il 7, così Vitale serve subito Narciso che mette in rete dopo 5’42”. 2 a 1.

A 1’30” Ferrante entra bene in posizione due e trova lo spazio per battere Morretti: 3 a 1.

Campopiano subisce fallo da Marini ed è rigore. Rizzo lo realizza a 27″ dalla fine del primo tempo: 3 a 2. La Rari difende bene sull’ultimo possesso dei laziali, Morretti para il tiro di Antonucci.

Secondo tempo. La Rari deve fronteggiare un uomo in meno; Colosimo spara sul palo. Superiorità per il Savona per fallo di Leporale, che è più concreto: Rizzo da posizione due finta il tiro, poi serve Vuskovic che infila Soro alla sua destra. 3 a 3 dopo 2’43”.

Il primo vantaggio savonese è opera di Molina, che si fa spazio sulla corsia di destra e scaglia il pallone in rete per il 3-4 a 5’25” da metà gara. Immediata la replica locale, dopo soli 14″: espulsione di Molina, palla a Narciso che dal centro realizza: 4 a 4.

Palla al centro per Novara, Soro è bravo a chiudergli la porta. La Lazio colpisce ancora: splendido assist di Giorgi per Narciso che si stacca sul palo lungo e sorprende Morretti, segnando il 5-4 a 3’20”.

La Lazio scala male in difesa e i biancorossi la puniscono: servito Novara che non lascia scampo a Soro siglando il 5 pari a 2’52”.

Espulso Leporale per fallo su Campopiano; Piombo spara su Soro. Sulla ripartenza locale i liguri sono scoperti, tre contro due, palla a Colosimo che arriva a rimorchio e da posizione centrale insacca il 6 a 5 a 1’04”.

Nell’ultima azione Narciso guadagna l’uomo in più; giro palla fin quando Ferrante, da posizione due, fa partire un mancino che, leggermente deviato, inganna Morretti. A 15″ dalla fine è 7 a 5. Ed è il risultato di metà gara.

Terzo tempo. Fallo grave di Elphick, la Rari non conclude subito, ci prova Rizzo, deviato fuori. Lo stesso Rizzo ferma Narciso; espulso: Morretti para il tiro di Colosimo.

Superiorità savonese, questa volta l’esecuzione è rapida: subito palla a Novara che dal centro realizza la tripletta personale. 7 a 6 a 4’55” da giocare.

Superiorità per la Lazio; time-out dei padroni di casa. Rotazione di palla ed Elphick trova lo spazio giusto per il tiro vincente: biancocelesti nuovamente sul più 2 a 5’22” dalla fine del terzo tempo.

Fallo grave di Giorgi; i locali difendono bene e la conclusione di Caldieri è deviata fuori da Colosimo. Altra espulsione tra i locali; Molina va subito al tiro e mette in rete, ma l’azione non è regolare.

La Lazio prende il largo: a uomini pari i savonesi concedono un tiro ad Elphick che soprende Morretti: 9 a 6 a 2’04”.

La Rari non concretizza, ripartenza locale, Soro lancia Vitale per l’uno contro zero su cui Morretti non può fare nulla. A 1’25” padroni di casa sul più 4.

Uomo in più per gli ospiti e sull’azione arriva il rigore per il Savona a meno 51″: Campopiano non lo sbaglia. Punteggio sul 10 a 7.

Ma la Lazio è in gran giornata: a 26″ dalla fine del tempo una prodezza di Leporale firma l’11 a 7. Fine terzo quarto; sono quattro i giocatori locali con due falli, due i savonesi. Ma il divario di 4 reti è pesantissimo per i liguri.

Quarto tempo. La Rari getta in acqua le energie residue e dopo soli 38″ accorcia Rizzo: 11-8. La Lazio trova subito un’altra superiorità; Leporale batte Morretti ed è nuovamente sul più 4 a 6’35”.

Un missile di Bianco è imprendibile per Soro: a 5’45” dalla sirena risultato sul 12-9. 

La Rari riesce a rifarsi sotto: con 4’01” da giocare torna sul meno 2 grazie al gol di Vuskovic.

Giorgi commette il terzo fallo personale; il Savona però non ne approfitta. Superiorità per i locali, Ferrante spara su Morretti.

Controfuga tre contro due, Vuskovic mette in rete il pallone del meno 1: 12 a 11 a 2’04” dalla fine.

La Lazio, però, reagisce: palla da Colosimo a Elphick che viene liberato da un bell’assist e la mette dentro: 13-11.

Terzo fallo grave di Antonucci; giro palla, al centro per Novara che va ancora a segno: 13 a 12 a meno 61″.

Ultima azione ospite: palla da Piombo a Vuskovic, tiro potente, Soro sembra poter respingere ma la palla entra: 13 pari a 22″ dalla sirena. La rimonta si è concretizzata.

Time-out di Sebastianutti. La Rari pressa senza fare fallo grave, Elphick tira, fuori. Savona ha 9″ per andare a concludere. Time-out di Angelini, ma i biancorossi non arrivano al tiro.

Finisce in parità: 13 a 13. Questa volta, a differenza di quanto accaduto con Napoli e Ortigia, sono i biancorossi a recuperare gli avversari. Merito ai savonesi per la rimonta, partendo da una situazione molto difficile: segno di grande carattere e giusta mentalità. La sconfitta evitata, però, non può dirsi un risultato positivo perché gli avversari erano alla portata e si poteva puntare a fare bottino pieno. La Rari Nantes si è svegliata troppo tardi e solamente nell’ultimo tempo ha messo in mostra il proprio valore. 

In classifica i biancorossi salgono a 5 punti, la Lazio si porta a 4. Mercoledì 6 novembre alle ore 15, in casa, il Savona incontrerà l’altra squadra della capitale, ovvero la Roma.

Il tabellino:
SS Lazio Nuoto – Carige Rari Nantes Savona 13-13
(Parziali: 3-2, 4-3, 4-2, 2-6)
SS Lazio Nuoto: Soro, Ferrante 2, Colosimo 1, Elphick 4, Vitale 1, Marini, Giorgi, Antonucci, Leporale 2, Narciso 3, Biancolilla, Morolli, Garofalo. All. Claudio Sebastianutti.
Carige Rari Nantes Savona: Morretti, Patchaliev, Boggiano, Vuskovic 4, Molina Rios 1, Rizzo 2, Piombo, Campopiano 1, L. Bianco 1, Bertino, E. Novara 4, Caldieri, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Riccardo Carmignani (Messina) e Filippo Gomez (Napoli).
Note. Usciti per tre falli: Giorgi, Antonucci e Bianco nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 7 su 11, Savona 4 su 12 più 1 rigore realizzato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.