IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rugby: il Savona batte il Cus Pavia per tre mete a due e centra il secondo successo risultati fotogallery

I biancorossi guidati da Costantino si impongono in trasferta, infliggendo ai lombardi la prima sconfitta

Savona. Il Savona espugna Pavia battendo per 15 a 10 la Fedegari, al termine di un incontro generoso ed avvincente giocato senza remore da entrambe le parti.

Il terreno molto pesante ha sicuramente condizionato le strategie, ma nell’insieme le azioni in gioco aperto sono state continue da ambo le parti; forse solo con qualche calcio di spostamento più frequente del solito. Come si sapeva i trequarti lombardi sono stati di prim’ordine, condizionando la difesa del Savona, non sempre compatta ed in linea, fatto questo che li ha obbligati agli straordinari nei recuperi.

Il duello fra le mischie non ha avuto praticamente storia finché in campo ha giocato la prima linea base biancorossa; con i cambi da entrambe le parti il reparto si è riequilibrato sia nelle mischie chiuse che nelle rimesse laterali. Nulla da fare per i calciatori di entrambe le formazioni che, fatto abbastanza inusitato, non hanno centrato i pali neppure una volta.

Come al solito il Savona sconta una partenza lenta e negativa; per i primi venti minuti subisce gli attacchi continui del Cus Pavia che, con azioni a più fasi, mette in difficoltà la linea di difesa biancorossa. Da manuale la meta di Rossi che, con difesa disassata, supera in velocità il proprio marcatore e sigla la prima meta dell’incontro.

Con una simile partenza forse il Cus ha pensato di avere vita facile; in realtà la sveglia del Savona è arrivata, senza fatti eclatanti ma con un crescendo di mischie e touches vinte, gioco alla mano sempre più continuo ed incalzante.

Per tutta la seconda parte del primo tempo il campo ed il gioco sono stati biancorossi. La prima meta arriva da una mischia chiusa ai cinque metri dalla meta lombarda, vinta di prepotenza con avanzamento irrefrenabile che permette al mediano Serra di schiacciare. Tre minuti dopo c’è la possibilità di un piazzato da posizione favorevole per prendere il vantaggio ma i pali sono e resteranno stregati: nessun punto né da punizioni né da trasformazioni.

Nell’azione seguente iniziativa personale di Franceri che, recuperato un calcio di spostamento avversario in fase difensiva, calcia a seguire per se stesso, lo riprende al volo e accelerando in modo imprendibile sigla una meta spettacolare.

Allo scadere del tempo arriva la terza meta, favorita ancora da un affondo di Franceri che guadagna una punizione commutata su richiesta in mischia; altra spinta poderosa e meta fotocopia della prima per Serra.

Nell’intervallo il Cus Pavia riesce a riprendere fiato e lucidità; tutto il secondo tempo si riequilibra in parte per la ripresa dei lombardi ed in parte per il calo della mischia savonese che sostituendo la prima linea esprime un gioco meno possente.

Molte emozioni per continui cambi di fronte e relative possibilità di realizzare mete; la stanchezza si fa strada ed un fallo per ritardato placcaggio vale l’espulsione temporanea per Amedeo Serra. Sfruttando la superiorità numerica il Cus Pavia passa la difesa ligure con un’azione simile alla sua prima meta.

Negli ultimi cinque minuti il tempo scorre più lento: il Pavia preme per una meta che potrebbe valere la vittoria, se trasformata, ma non arriva; il Savona difende con ordine e disciplina, arginando l’avversario.

Al fischio finale tanta soddisfazione in casa savonese per la seconda vittoria consecutiva in trasferta; onore delle armi al Pavia che fino all’ultimo ha lottato con costanza, conscio di un equilibrio sostanziale in cui un episodio favorevole avrebbe potuto premiarlo.

Domenica 10 novembre il calendario prevede una sosta; potrebbe essere l’occasione per il recupero dell’incontro fra Savona ed Amatori Genova, non disputata lo scorso 20 ottobre per il maltempo.

Il tabellino:
Fedegari Cus Pavia – Savona Rugby 10-15 (p.t. 5-15) (punti 1-4)
Fedegari Cus Pavia: Brandani, Rossi, Ferrari, Nicolato, Anzoli, Marconi (cap.), Corbucci, Casali, Repossi, Gioia, Inama, Speranza, Zambianchi, Corbascio, Blasigh. A disposizione: Tavaroli, Bancora, Mombelli, Vescovi, Giglio, Cazzamali, Ravizza. All. Nicola Cozzi.
Savona Rugby: Franceri, F. Serra (C. Guida), Paoletti, Fanciulli, L. Bernat, Costantino, A. Serra (M. Bernat), Pivari (Tripodi), Ademi, Di Murro (R. Guida), Urbani (cap.), Fiabane (Giacobbe), Maruca (Devasini), Shehu (Vignolo), Baccino. All. Andrea Costantino.
Arbitro: Alessio Calandri (Genova).
Marcature: p.t. 5° m. Rossi (5-0), 29° m. A. Serra (5-5), 32° m. Franceri (5-10), 40° m. A. Serra (5-15); s.t. 33° m. Brandani (10-15).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.