IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rari Nantes Savona, Ettore Novara: “Centroboa ruolo complicato, bisogna avere la testa libera” risultati

Domani i biancorossi affrontano la Roma: "La prepariamo bene, vogliamo rifarci di sabato"

Savona. Con il centroboa biancorosso, Ettore Novara, continuiamo la serie di interviste ai giocatori della Carige Rari Nantes Savona impegnati nel campionato di Serie A1.

novara

Domani, mercoledì 6 novembre alle ore 15, i biancorossi affronteranno la Roma Nuoto nella piscina Zanelli.

Ettore, cominciamo subito a parlare della partita di sabato scorso con la Lazio che nei primi tre tempi sembrava segnata ed invece, grazie ad uno strepitoso quarto tempo, siete riusciti a recuperare ed a portare a casa un prezioso pareggio, 13 a 13, in una piscina difficile come quella del Foro Italico.

“Era una partita complicata e lo sapevamo. Forse siamo scesi in acqua solo due tempi, il primo e l’ultimo. In mezzo alla partita ci siamo un po’ persi, però siamo riusciti a rimediare a fine partita e ad acciuffare un pareggio importante”.

Soro vi ha un po’ ipnotizzato?

“Soro ci ha un po’ ipnotizzato, ma lo conoscevamo e sapevamo i suoi punti deboli, quindi, siamo riusciti anche a fargli abbastanza gol”.

Tu hai fatto quattro gol, quindi, una bellissima prestazione. Dopo la partenza di Giovanni Bianco sei diventato il primo centroboa con una responsabilità maggiore in questa squadra. Come stai vivendo questa stagione?

“Sicuramente l’assenza di Giovanni pesa e pesa anche a livello di squadra. Però, devo ringraziare i miei compagni e l’allenatore che non me la fanno pesare tantissimo e mi danno una grossa mano”.

Qual è il segreto di un centroboa?

“È un ruolo complicato. Secondo me bisogna avere la testa libera e non pensare molto alle cose, solo a giocare sul momento”.

Parliamo della prossima partita con la Roma mercoledì alle 15 a Savona. Un’altra partita tosta con un’altra squadra romana da prendere con le molle.

“Le romane sono sempre molto insidiose. È una partita molto importante anche per rifarci della partita di sabato. La prepareremo bene con Alberto (ndr Angelini) e speriamo di portare a casa i tre punti”.

Poi a stimolarti a fare bene c’è anche la convocazione con la Nazionale nati 1999 che è appena arrivata.

“Sì, ora andremo in collegiale in Serbia ed anche lì spero che vada tutto al meglio”.

Per la partita di mercoledì sarà importantissimo il sostegno del pubblico. Invitiamo allora tutti i tifosi a sostenervi.

“Certamente, invitiamo i nostri tifosi a sostenerci in piscina perché, anche se non sembra, ci danno una grossa mano e giocare in casa con un gran pubblico aiuta molto. Vi aspettiamo numerosi mercoledì alle 15 con la Roma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.