IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quiliano, il sindaco Isetta: “Sistema portuale, è giunto il momento di fare chiarezza”

"Per poter valutare decisioni e iniziative e per comprendere a pieno le ricadute che produrrà per la nostra comunità"

Quiliano. “La nuova amministrazione comunale di Quiliano dopo una prima fase di studio, affronta con determinazione il tema dello sviluppo economico, del ruolo e della funzione e del Comune di Quiliano nel sistema portuale Savonese. Delle ricadute positive e negative che lo stesso può produrre, per il nostro Comune e per la nostra comunità, in termini economico/produttivi, sociali, ambientali, sanitari e di infrastrutture al servizio”.

Ad affermarlo, il primo cittadino di Quiliano Nicola Isetta, che ha proseguito: “Il Comune di Quiliano, pur non avendo sbocco al mare, è collocato nell’ambito territoriale Savonese in posizione strategica, dove si concentrano i temi delle infrastrutture portuali e stradali insieme a quello delle aree retroportuali”.

“In premessa si ritiene opportuno evidenziare che nel marzo del 2009 veniva siglato un Protocollo d’Intesa tra l’allora Autorità Portuale Savonese e i Comuni di Vado Ligure e Quiliano. In quella occasione veniva riconosciuto un ruolo significativo del ruolo del Comune di Quiliano sul tema della Portualità e della gestione del sistema e venivano assunti degli impegni d’indirizzo. Altresì doveva essere avviato un tavolo formale concertativo sui temi della retro portualità, di eventuale valorizzazione delle aree produttive e delle infrastrutture al servizio del sistema portuale. A distanza di dieci anni la nuova Amministrazione Comunale ha preso atto di una mancata programmazione, dei forti ritardi in merito alla realizzazione/gestione del sistema infrastrutturale al servizio dell’avvio della attività della Piattaforma Multifunzionale”.

“Consapevole della fase emergenziale, in cui si trova ora ad operare, ha ritenuto necessario: compartecipare all’approvazione di un Protocollo d’intesa, per la realizzazione di interventi di adeguamento della strada intercomunale che collega Vado Ligure al casello Autostradale di Savona e che interessa anche il territorio e parte della infrastruttura di viabilità del Comune di Quiliano, in particolare la località Murate. Opera non inserita nella programmazione iniziale ma resasi necessaria per rispondere parzialmente alla gestione della fase emergenziale che nei prossimi mesi dovrà essere affrontata e che purtroppo rischia d’interessare con un impatto negativo anche il territorio del Comune di Quiliano”.

“Richiedere l’avvio di una campagna specifica di misura che partendo dallo stato attuale dei dati direttamente rilevati, consenta di monitorare e aggiornare, attraverso un sistema pianificato, l’evoluzione delle situazioni e dei possibili peggioramenti. Richiedendo che la stessa venga inclusa e attivata, nel Piano Annuale Regionale”.

“Convinti della necessità di costruire un rapporto responsabile, serio attento allo sviluppo del comprensorio ha richiesto l’avvio di una fase concertativa di confronto con diversi soggetti interessati. Un sistema che parta dallo sviluppo della Portualità, collegato con la piattaforma, da una efficace gestione dell’area di crisi complessa del savonese, dalla creazione di un nuovo sistema economico. Tutelare un sistema d’impresa, in modo sostenibile, significa creare le condizioni favorevoli per cui, tutti i territori interessati, del comprensorio, trovino sostanziali benefici di opportunità positive funzionali a rendere credibile un progetto di sistema comprensoriale”.

“Abbiamo già dato parecchio nell’ambito del sistema portuale. E’ giunto il momento di fare chiarezza, anche per poter valutare le nostre ulteriori decisioni e iniziative in merito, nonché per comprendere fino in fondo le ricadute che lo stesso produrrà, per la nostra comunità”, ha concluso il sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.