IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Passeggiate devastate, locali danneggiati e spiaggia “divorata”: il day after ad Alassio fotogallery

Il vicesindaco Galtieri: “Dobbiamo correre per rimetterci in carreggiata entro Natale”

Alassio. Passeggiate a mare devastate dalla furi del mare così come i locali, alcuni dei quali hanno subito danni davvero ingenti. La spiaggia, già risicata, è un ricordo, sommersa dal mare che, ormai da 36 ore, fa da padrone.

È questa la situazione del day after dell’allerta rossa ad Alassio, dove la mareggiata ha sferzato litorale e costa per l’inter giornata di ieri e per tutta la notte.

Le passeggiate hanno subito danni con intere porzioni di asfalto “divorate” dal mare e diverse ringhiere letteralmente sradicate. Furia di onde lunghe, lunghissime che, a più riprese, si sono abbattute sui locali, alcuni dei quali hanno subito grossi danni.

“Dal punto di vista della spiaggia la situazione è analoga al post mareggiata di un anno fa, mentre per quanto riguarda i locali, la maggior parte ha subito meno danni. Economicamente parlando, comunque, i danni sono ingentissimi”, ha dichiarato il vicesindaco di Alassio Angelo Galtieri.

“Si è trattato di un duro colpo perchè pensare di ricostruire di nuovo la spiaggia sarà duro. Dobbiamo incontrare la Regione per intervenire in modo straordinario questa volta e mettere in atto misure di prevenzione forti. Alcuni punti della passeggiata con fratture ma non come lo scorso anno. Meno forte il mare ma la mareggiata è durata più a lungo. Dobbiamo correre e rimetterci in carreggiata in vista del Natale”, ha concluso.

“Già martedì è previsto l’incontro con Toti. Il problema, come ho già detto va affrontato subito e non a livello locale, almeno non solo a livello locale, dove tutto quello che si è potuto fare è stato fatto, non ultimo la pulizia dei tombini e dei rii che ha fatto sì che gli elevati quantitativi di pioggia non creassero danni ben maggiori come è stato in altre città limitrofe. Ringrazio Franca Giannotta, preziosa collaboratrice di Giunta, sul campo notte e giorno e tutti i volontari che per l’intera durata dell’allerta ci hanno supportato e aiutato a gestire le emergenze man mano che si presentavano”.

“La prima cosa che mi sento di dire è un enorme straordinario grazie a Cesare Caviglia, a tutti i Volontari della Protezione Civile, ma anche al Comando della Polizia Municipale, al dirigente, ai tecnici e ai cantonieri dell’Ufficio Tecnico del Comune di  Alassio, ad Alessandro Scarpati e a tutti i colleghi amministratori che con me hanno presidiato il territorio per circa 36 ore, e alla Sat, che da stamani sta ripulendo la città da tutto ciò che il mare ha scaricato sulle passeggiate, nei vicoli, nel Budello”, Franca Giannotta assessore alla Protezione Civile del Comune di Alassio ha voluto spendere parole di gratitudine per lo straordinario lavoro svolto dalla mezzanotte di venerdì.

“Se ieri a spaventarci è stato il mare – prosegue ancora Giannotta – oggi il problema sono state le piogge incessanti e il terreno e i rii ormai saturi di acqua. Nella tarda mattinata di oggi abbiamo registrato infatti l’allagamento degli spogliatoi del Palazzetto dello Sport, ma anche l’uscita del Rio Tortore dove sono subito intervenuti i cantonieri cercando di delimitare il flusso dell’acqua che, comunque, con la tregua delle piogge dal primo pomeriggio è rientrato nel suo corso”.

“In tarda mattinata Sat aveva già sgombrato il Budello e sta ripulendo, anche con mezzi pesanti  le passeggiate e i vicoli che sono ancora interdetti al pubblico proprio per consentire le operazioni di sgombero – prosegue nel racconto – confidiamo entro domani di riaprire gli accessi al normale transito. Stiamo tenendo monitorata la frana di Via Vigo che pare essere quella che desta maggiore preoccupazione. Ieri abbiamo cercato di deviare il corso dell’acqua con sacchi di sabbia affinchè il flusso incessante non continuasse a scavare, aggravando la situazione. Domattina saranno effettuati ulteriori sopralluoghi”.

Se sul fronte pubblico tutti gli interventi realizzati lo scorso anno e quelli in corso – pavimentazioni delle passeggiate, cantieri aperti (Passeggiata Baracca, Passeggiata Ciccione, Pennello…) – hanno retto alla forza del mare, la computa dei danni prosegue sul fronte privato dove, ancora una volta, strutture realizzate in prossimità della spiaggia sono state invase dall’acqua e, in taluni casi, fortemente compromesse.

Domani scuole regolarmente aperte fatta eccezione per l’Istituto Alberghiero per il quale la Provincia di Savona ha previsto, insieme a tutte le scuole superiori della provincia, una chiusura straordinaria per verificarne le condizioni e la sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.