IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liguria isolata, Pasa (Cgil): “Bisogna prendere atto di problematiche a breve e lungo termine”

"Occorre dare risposte"

Savona. “Siamo stati insieme a tante associazioni economiche del savonese e regionali in Regione Liguria per ‘il tavolo di emergenza economica’ post crollo dei viadotto della A6 – informa Andrea Pasa di Cgil Savona – Abbiamo ribadito che serve darsi degli obiettivi a breve, medio e lungo termine, con strumenti straordinari e la costituzione di un tavolo di crisi territoriale”.

A breve è necessario dare una risposta ai tanti lavoratori e studenti che ogni giorno si spostano per lavoro e studio. Prevedendo orari consoni ai turni di lavoro e potenziamento delle corse e dei vagoni sulle linee ferroviarie SV-TO, e nel più breve tempo possibile mettere in sicurezza quanto è crollato e ripristinare le due arterie stradali, provinciali (Cadibona) e autostradali (doppio senso SV-Altare)”.

“Inoltre prevedere risorse economiche per strutturare ammortizzatori sociali in deroga per i tanti lavoratori che in questi giorni e nelle prossime settimane saranno sospesi dalle imprese. A medio termine: un “decreto Savona” con stanziamenti ministeriali pubblici a favore della sicurezza delle strade e il riassetto idrogeologico del territorio” continua Pasa.

“A lungo termine: bisognerebbe prendere atto che quello che c’è ed è stato fatto fino ad oggi non funziona e non è adeguato. Le infrastrutture viarie vanno completamente ripensate e ricostruite. Vanno sbloccate quelle stupidamente bloccate (Aurelia Bis) e tutte le infrastrutture terrestri collegate alla piattaforma di Vado Ligure. Inoltre è sotto gli occhi di tutti, purtroppo solo dopo questa ennesima tragedia del crollo del viadotto, che la Val Bormida non può rimanere senza un ospedale pubblico funzionante”.

“L’assessore presenze Andrea Benveduti si è impegnato ad informare il presidente Toti dei contenuti della riunione ed a scrivere una nota all’assessore ai trasporti e al lavoro per le questioni relative agli ammortizzatori sociali e il potenziamento del trasporto pubblico ferroviario e non”.

“Questa volta siamo tutti davvero sulla stessa barca, se la politica locale e nazionale non darà risposte concrete e veloci questa Provincia, già oggi con un problema demografico (gigantesco) rischia l’isolamento sociale ed economico dal resto del Paese con la scomparsa definitiva di giovani e di tante tantissime attività imprenditoriali ed industriali con la perdita di migliaia di posti di lavoro” conclude l’esponente di Cgil Savona Andrea Pasa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.