IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Investimento mortale a Borghetto, fissati i funerali di Michele Paparella: indagine per omicidio stradale

Proseguono gli accertamenti della polizia stradale

Borghetto Santo Spirito. Non ci sarà autopsia per Michele Paparella, 61 anni, lo storico titolare dell’attività “Mondocasa” tragicamente deceduto dopo essere stato investito da un’auto sulla via Aurelia a Borghetto Santo Spirito. Il sostituto procuratore Marco Cirigliano ha dato il nulla osta per i funerali, che si terranno sabato, alle ore 15 e 30, presso la Chiesa Parrocchiale di S. M. Maddalena a Boissano, dove l’uomo era residente.

Michele Paparella lascia la moglie Lucia, i figli Eleonora, Federico ed Eduardo. il genero Matteo, la nuora Caroline e l’ adorato nipote Indro. Il Santo Rosario si terrà oggi alle ore 19.00 nell’oratorio San Pietro Vincoli a Boissano, dove la cara salma giungerà nel pomeriggio dall’obitorio dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

L’uomo è stato travolto da un’auto mentre stava attraversando la strada, non sulle strisce pedonali. Al volante il compagno della donna alla quale è intestata la vettura, una Citroen.

Per Michele Paparella inutili i tentativi di soccorso da parte di sanitari e automedica del 118: è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Corona, ma è arrivato già in arresto cardiaco, per lui non c’è stato nulla da fare.

A causare il decesso il trauma cranico riportato a seguito dell’investimento: dopo l’urto con la vettura, infatti, il 61enne è stato sbalzato per alcuni metri ed è caduto violentemente sull’asfalto, battendo la testa.

Sul fronte delle indagini da parte della polizia stradale l’auto resta ancora sotto sequestro: gli agenti stanno inoltre completando la visione delle immagini delle telecamere per avere più chiara la dinamica dell’investimento. Il conducente della Citroen è indagato per omicidio stradale: secondo quanto appreso avrebbe riferito di non aver visto l’uomo attraversare la strada, il 61enne era vestito di scuro e andava a passo veloce, impossibile evitare l’impatto. Una versione confermata anche dalla sua compagna, la donna alla quale è intestata la vettura.

Dunque, se gli accertamenti investigativi lo confermeranno, potrebbe trattarsi di un investimento accidentale, ma si attendono ancora i riscontri finali da parte della polizia stradale.

Intanto, numerosi i messaggi di cordoglio e commozione arrivati alla famiglia di Paparella: l’uomo era molto conosciuto a Borghetto per la sua attività ma anche in tutta la Val Varatella. E saranno in tanti a stringersi ai familiari per l’ultimo saluto nella chiesa di Boissano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.